Seguici sui Social

Salerno e Provincia

Camerota, operazione estate sicura: oltre 700 operatori turistici vaccinati

Altre duecento dosi di Jhonson & Jhonson somministrate


PUBBLICITA

Pubblicato

il

camerota estate sicura

Camerota, operazione estate sicura: terzo giorno di vaccinazioni e oltre 700 operatori turistici immunizzati

Altre duecento dosi di Jhonson & Jhonson sono state somministrate ad altrettanti cittadini.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE Tragedia a Limatola, moto contro kart: muore 41enne. Grave 24enne napoletano

Dalle 8.30 di sabato mattina gli utenti iscritti hanno preso parte alla giornata rispettando l’iter e le norme anticovid. Prima le registrazioni avvenute grazie al lavoro del gruppo di protezione civile comunale e dell’assessore al Turismo Teresa Esposito; poi il colloquio con i dottori, la registrazione allo sportello dell’Asl e infine l’inoculazione del vaccino. Trattandosi del monodose Jansenn la copertura è valida fino al 2023.

marina di camerota

Foto di archivio

Ora sono oltre 700 gli operatori turistici vaccinati contro il covid-19 a Camerota. La località turistica Cilentana si prepara così ad affrontare un’estate in sicurezza.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Salerno

Rapina un bar a Salerno ma le telecamere lo incastrano: arrestato

Arrestato per #rapina in un #bar a #Salerno un 38enne salernitano senza fissa dimora con numerosi precedenti penali specifici

Pubblicato

il

rapina bar salerno

Rapina un bar a Salerno ma le telecamere lo incastrano: arrestato un 38enne salernitano senza fissa dimora con numerosi precedenti penali specifici

I carabinieri a Salerno hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto di iniziativa un 38enne salernitano senza fissa dimora, A.A. , con numerosi precedenti penali specifici.

Il titolare del Rogi Bar nel lungomare Trieste aveva sporto denuncia per una rapina a mano armata avvenuta alle 2 circa del 2 agosto scorso, quando un uomo con il volto coperto era entrato nel bar armato di coltello, aveva minacciato un dipendente alle spalle, intimandogli di consegnare il contenuto della cassa, portando via poi 50 euro circa. Le immagini di videosorveglianza hanno fornito diversi dettagli utili a risalire all’identificazione.

LEGGI ANCHE  Covid, 17.938 nuovi casi e 484 morti oggi in Italia ma il rapporto è all'11,7%

Rintracciato A.A., una perquisizione personale ha portato anche al rinvenimento di un coltello a serramanico, probabilmente utilizzato per la rapina.

 

Continua a leggere

Campania

Salerno, imprenditrice cambia falsi assegni: va agli arresti domiciliari

Un’imprenditrice campana di 50 anni, che opera nel commercio di auto nel Vallo di Diano in provincia di #Salerno, e’ stata posta agli arresti domiciliari dalla Guardia di Finanza con le accuse di truffa e tentata truffa ai danni di un ente pubblico e autoriciclaggio.

Pubblicato

il

salerno

Salerno. Un’imprenditrice campana di 50 anni, che opera nel commercio di auto nel Vallo di Diano, e’ stata posta agli arresti domiciliari dalla Guardia di Finanza con le accuse di truffa e tentata truffa ai danni di un ente pubblico e autoriciclaggio.

I militari delle fiamme gialle hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Potenza, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano. Fra il 2019 e il 2020 la donna aveva posto all’incasso in una banca di Brienza (Potenza) cinque assegni intestati al Comune di Gaeta (Latina), per un valore complessivo di 240 mila euro.

LEGGI ANCHE  Abusivismo: sequestrati lidi balneari sul litorale di Praiano

Il primo degli assegni – per 50 mila euro – era stato “abilmente falsificato” ma aveva superato “un primo vaglio dell’istituto di credito”, che aveva accreditato la somma. La Guardia di Finanza, poi, aveva accertato che i soldi venivano utilizzati dalla donna nella sua attivita’ imprenditoriale.

Sia la banca sia il Comune di Gaeta, dopo aver accertato di aver subito la truffa, hanno agito per impedirne la continuazione non accreditando gli altri quattro assegni. Oltre agli arresti domiciliari per la donna, rintracciata a Castel Volturno (Caserta), la Guardia di Finanza sta eseguendo operazioni di “sequestro preventivo diretto e per equivalente delle somme illecitamente sottratte”.

Continua a leggere
longobardi logo