Il Teatro Lendi set televisivo per il format ‘E che teatro!’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Palcoscenico e platea del Teatro Lendi diventano un set TV per la trasmissione “E che teatro!” scritta e condotta da Lino D’Angio e Alan De Luca

Voluto e sostenuto dal pubblico, a cui si sono poi uniti tanti artisti e esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo, ‘E che teatro!’, format tv ideato e condotto da Lino D’Angiò e Alan De Luca, rappresenta un inedito puro e, al tempo stesso, un’azione concreta in un momento lunghissimo di paralisi del settore.

“Sui nostri canali social, durante le dirette che abbiamo organizzato in questo tempo assurdo, il pubblico ci chiedeva di tornare in tv, ci dichiarava amore e sostegno concreto, lanciando l’idea di un crowdfunding – raccontano Lino D’Angiò e Alan De Luca –. Ci abbiamo voluto credere. Abbiamo lanciato la raccolta fondi, scritto il programma e poi abbiamo messo insieme altri pezzi straordinari di questo puzzle di arte e solidarietà. Prima l’incontro con Francesco Scarano, direttore del Teatro Lendi, che ha messo a disposizione il teatro e ha coinvolto i partner che lo seguono nelle sue stagioni sin dall’inizio, quindi il dialogo propositivo con Televomero, storica emittente campana, che ci dà l’opportunità di portare in tv ‘E che teatro!’ ogni lunedì, mercoledì e venerdì alle 23.30 e il sabato, con una puntata speciale, alle 21.00. E dobbiamo dire grazie a tutti! A questo esperimento riuscito di network professionale e di azione popolare, a cui si sono uniti tanti colleghi artisti e altri esponenti del mondo dello spettacolo con cui abbiamo collaborato in passato. L’unione fa la forza davvero. Ne abbiamo le prove!”.

Francesco Scarano, direttore del Teatro Lendi

“Questo progetto diventa occasione per tirare su il sipario e anche per lanciare un messaggio positivo e propositivo: solleviamo il sipario, accendiamo le luci e risolleviamo anche le nostre vite, intorpidite, frastornate, lontanissime dalla quotidianità che conosciamo tutti e alla quale siamo abituati.



    Dopo 300 spettacoli portati sul palcoscenico del Teatro Lendi in sei anni, si è tutto paralizzato, senza una visione, una prospettiva di apertura. Vedere il teatro così, senza cartellone, senza luci, senza movimento nei camerini e senza l’energia del pubblico in platea è una tristezza paralizzante. Accogliere sul palcoscenico Lino D’Angiò e Alan De Luca, coppia amata e affermata del mondo dello spettacolo, vuol dire, per me, dare un segnale di vita al luogo che amo e che è diventato un importante punto di riferimento culturale in un territorio difficile. Quindi, benvenuto sia ‘E che teatro!’. Palcoscenico e platea diventano temporaneamente studio televisivo e questo è stato reso possibile dall’unione di energie e volontà”.

    Antonio Tajani, amministratore di Televomero

    “Abbiamo voluto dare la massima visibilità, tramite la nostra emittente, a questo progetto a sostegno dei lavoratori di un settore professionale duramente colpito dall’attuale pandemia e, nel contempo, offrire ai telespettatori una nuova produzione, dando continuità alla programmazione, già in essere da oltre due anni, di ‘Palcoscenico Napoletano’, un format che riscuote grande successo portando in tv il teatro napoletano, e che, purtroppo, si era dovuto fermare, proprio per l’impossibilità degli attori di poter andare in scena”.

    Lino D’Angiò e Alan De Luca, sono una coppia di fatto ormai più che collaudata, insieme sui palcoscenici e in tv da 25 anni. Con i loro spettacoli teatrali hanno sempre cercato di rappresentare una Napoli pulita e arguta, e questo gli ha permesso di ottenere la stima e l’affetto del pubblico. “Questa alchimia si è manifestata anche nell’ultimo programma realizzato qualche mese fa – raccontano Lino D’Angiò e Alan De Luca – . Nonostante le difficoltà dovute alle restrizioni legate alla pandemia, è accaduto qualcosa di speciale. In questo ultimo programma televisivo si è creato un gruppo di artisti che insieme hanno dato vita a una magia. Il Prof. Amedeo Colella esperto di cultura partenopea, Claudia Federica Petrella attrice o, meglio, Presentattrice, Giorgio Gallo Coccobello il Poeta/barista, Ciro Salatino giovane showman, Pier Macchie’ cantautore macchiettista, Morena Chiara la turista brasiliana, gli Afroblue, fantastico gruppo musicale formato da Helen Tesfazghi, Roberto D’Aquino, Paolo Sessa, Maurizio Fiordiliso, Paolo Forlini. Saranno tutti nel cast di ‘E che teatro!’, un programma che possa dare a tutti noi la voglia di rialzarci insieme al sipario”.

    Leggi qui del nuovo singolo di Giallo







    LEGGI ANCHE

    Teatro Bolivar: per la rassegna ‘Piccole storie di eroi’, in scena ‘Pierrot Napoliter’

    Continua, con il terzo dei quattro spettacoli, la rassegna #Familyhero, a cura di Martina Zaccaro, pensata per tutta la famiglia. Il Teatro Bolivar, via Bartolomeo Caracciolo 30, diretto da Nu’Tracks, ospiterà sabato 2 marzo alle ore 17.00 la rassegna teatrale "Piccole storie di eroi" a cura di Martina Zaccaro. Lo spettacolo offerto dalla Compagnia Poster - Popolare d’Avanguardia, intitolato "Pierrot Napoliter", è parte del programma educativo per le famiglie denominato "FamilyHero". Tratto liberamente dal celebre film...

    Boscotrecase, donna morta di malasanità in ospedale: Asl paga risarcimento di un milione di euro

    L'ASL Napoli 3 Sud condannata per grave negligenza medica causante il decesso di una paziente a seguito di ricovero presso l'Ospedale di Boscotrecase

    Antonello Costa al Teatro Charlot di Pellezzano con ‘Costa Power, il potere del sorriso’

    Antonello Costa porta il suo spettacolo comico "Costa Power, il potere del sorriso" al Teatro Charlot di Pellezzano per una serata dedicata alla risata e all'intrattenimento il 1 marzo alle 21. Lo show promette due ore di magia, comicità e cabaret in un mix irresistibile per allontanare lo stress e l'ansia, regalando al pubblico un momento di puro divertimento e leggerezza. L'artista siciliano presenterà le sue performance più amate insieme a novità assolute come...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE