Napoli, inchiesta sulla morte della prof dopo il vaccino

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. I carabinieri del Vomero aperto un'inchiesta sulla morte di Annamaria Mantile, 62 anni, docente dell'istituto comprensivo Pavese di Napoli, deceduta dopo essersi vaccinata.

I militari hanno trasmesso una prima informativa alla Procura di dopo la denuncia presentata dal fratello Sergio. La salma e' stata sequestra. Si cerchera' attraverso l'autopsia di stabilire se ci sono connessioni tra la vaccinazione e la morte della docente di inglese dell'istituto Sabatino Minucucci di via Domenico Fontana La donna, cosi' come emerso dal racconto dei congiunti, si sarebbe sentita male poche ore dopo l'inoculazione della prima dose, avvenuta 4 giorni fa, accusando prima problemi respiratori cui e' seguito un arresto cardiaco.

Sabato 27 al padiglione 1 della Mostra d'Oltremare a Napoli la donna, insegnante di inglese del quartiere Vomero, si e' vaccinata con una dose di AstraZeneca e pochi giorni dopo nella sua casa di via Bernardo Cavallino, dove vive con la mamma di 93 anni, ha iniziato a sentirsi male. I primi sintomi gia' domenica: vomito, dolori intestinali, affanno. Contattato il medico di famiglia, le viene somministrato una lavaggio. Sembra migliorare, ma la situazione degenera il giorno dopo. Il medico di famiglia a casa le pratica un massaggio cardiaco, ma nulla da fare. a denuncia e' stata presentata dal fratello Sergio ai carabinieri del Vomero che hanno trasmesso l'informativa alla Procura di Napoli.



Torna alla Home


telegram

Bimbo di 5 mesi muore azzannato dal pitbull di famiglia

Un'immane tragedia ha colpito la comunità di Palazzolo Vercellese. Un bambino di soli cinque mesi è morto dopo essere stato azzannato da un cane di grossa taglia, un pitbull, all'interno della sua abitazione. I soccorsi sono stati immediati, ma purtroppo per il piccolo non c'è stato nulla da fare. Il...

L’allarme di Arcigay: 149 casi di violenza o discriminazione nell’ultimo anno

Nell'ultimo anno sono stati registrati 149 casi di violenze o discriminazioni ai danni di persone LGBTQI+, con una media di uno ogni due giorni. L'allarme e i dati sono forniti da Arcigay, che tiene il conto degli articoli di stampa e, in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la...

IN PRIMO PIANO