Foto dal web
______________________________

Il professore – direttore scientifico della Società italiana di Malattie Infettive e Tropicali e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma – durante la trasmissione Agorà sostiene che sia arrivato il momento di “Pensare a un

“Io credo che in questo momento bisogna iniziare a pensare a un vero per raffreddare in maniera seria per alcune settimane la circolazione del virus e poter iniziare a fare una campagna vaccinale in una situazione che non sia quella attuale”.

Picco di contagi a fine marzo: che fine fanno i cinema e i teatri?

“Non spetta a me dire se è esclusa la riapertura di cinema e teatri, ma certamente io lo escluderei perché tutto ciò che aumenta l’affollamento e riduce la possibilità di controllo della trasmissione del virus, deve essere preso in questo momento in grande considerazione”.

Si prevedono, a fine marzo, circa 40mila contagi al giorno

Un dato credibile secondo il professore Andreoni: “I dati dicono che dobbiamo aspettarci una salita ulteriore e questo evidentemente preoccupa, ed è effetto delle varianti che si modificano in continuano e che noi stiamo monitorizzando”.



Cronache Tv




Ti potrebbe interessare..