Napoletani scomparsi in Messico: parte oggi il processo ai poliziotti complici

SULLO STESSO ARGOMENTO

Parte oggi a Jalisco in Messico il processo a carico dei poliziotti corrotti accusati di complicità nella scomparsa dei 3 napoletani.

Ad oltre tre anni dalla loro scomparsa, comincia oggi nello Stato messicano di Jalisco il processo che vede imputati alcuni agenti di polizia considerati colpevoli di avere consegnato a fine gennaio 2018 tre napoletani – Raffaele Russo, Antonio Russo e Vincenzo Cimmino,  – ad un boss del Cartello ‘Jalisco Nueva Generacion’ (Cjng) di Ciudad Guzman. Lunghe e complesse indagini hanno portato ad una ricostruzione della vicenda in cui, secondo l’accusa, un gruppo di agenti del commissariato di Tecalitlan – identificati come Emilio N, Salomon N, Fernando N e Lidia N – avrebbero catturato i tre commercianti italiani su richiesta di Jose’ Guadalupe Rodriguez Castillo (alias ‘El 15’ o ‘Don Luque’).

La lunga istruttoria del processo nei confronti degli imputati, accusati dalla Procura di sparizione forzata, e’ stata costellata da alcune misteriose morti che hanno riguardato l’agente Fernando N, deceduto in carcere, il sindaco di Tecalitlan, Victor Diaz Contreras, crivellato di colpi da sconosciuti, e lo stesso boss Rodriguez Castillo, ferito mortalmente in uno scontro a fuoco con elementi di un gruppo rivale nel luglio 2018. In una intervista telefonica con il quotidiano El Occidental di Jalisco, Francesco Russo, figlio di Raffaele e fratello di Antonio, ha indicato di “non avere ancora perso la speranza di ritrovare i famigliari in vita”.

Ed ha aggiunto: “L’inizio del processo e’ benvenuto. Quali che siano le informazioni in possesso degli imputati che le facciano conoscere. Non e’ possibile che ci tengano cosi’, senza sapere nulla. Questa non e’ vita”. “Non e’ possibile – ha concluso – che le persone si comportino in questo modo con altre persone. Sarebbe molto gentile da parte di questa gente che ci possa dire cosa e’ successo ai membri della nostra famiglia, perche’ davvero ci hanno costretto a vivere una vita che non vale piu’ niente senza la presenza dei nostri cari”.



Torna alla Home


telegram

Mare di Coroglio e Nisida inquinato: sversamento dal collettore fognario, il Parco della Gaiola denuncia

Un'ennesima macchia marrone e maleodorante galleggia nel mare tra Coroglio e Nisida, a causa di uno sversamento dal collettore fognario locale. L'eccesso di acqua da un acquazzone ha causato il sovraccarico del troppopieno della vasca di trattamento, riversando i liquami in mare senza depurazione. Si tratta di un problema ricorrente, già...

Superenalotto, il jackpot arriva a 24,1milioni di euro. Tutte le quote

Nessun '6' né '5+1' all'estrazione del Superenalotto di oggi. Realizzati tre '5' che vincono 65.544 euro ciascuno. Il jackpot per il prossimo concorso sale a 24,1 milioni di euro. Combinazione Vincente 2, 20, 31, 48, 58, 59 Numero Jolly: 46 Numero Superstar: 30 Queste le quote del Concorso Superenalotto/Superstar n.79...

CRONACA NAPOLI