Migranti dalla Serbia a Napoli nascosti in tir, salvi in cinque

SULLO STESSO ARGOMENTO

Migranti dalla Serbia a Napoli, erano nascosti in un tir con una bottiglia da mezzo litro di acqua e un pacco di biscotti. Salvi in cinque

E’ quanto avevano a disposizione cinque migranti dall’Afghanistan stipati all’interno di un semirimorchio intercettato dalla polizia stradale di Napoli, intorno la mezzanotte di ieri nell’area di servizio San Nicola Sud dell’autostrada A/1.

Il tir aveva targa macedone e dei cinque cittadini stranieri trovati, quattro sono minori e l’altro ha soltanto 21 anni. La polstrada stava effettuando controlli all’interno dell’area perché sono stati registrati numerosi furti ai danni di veicoli industriali fermi per la sosta notturna; e gli agenti hanno notato così movimenti del telone di chiusura di un semirimorchio, nonostante fosse fermo in quel momento.

Visto anche un grosso taglio sulla parte superiore del telone, il personale della stradale ha aperto i portelloni del semirimorchio, scoprendo un carico di pneumatici e quattro ragazzi nascosti. Fatti scendere dal tir, hanno ricevuto i primi soccorsi.

    Esprimendosi esclusivamente nella loro lingua, hanno fatto capire che un quinto ragazzo poco prima si era lanciato dal mezzo. Gli agenti lo hanno trovato poco dopo in evidente stato di ipotermia, soccorso e con l’ausilio di una ambulanza trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Caserta.

    Dopo un viaggio durato tre giorni, i minorenni sono stati affidati alla struttura Comete di Casoria (Na), mentre il solo maggiorenne, richiedente asilo politico, è in un centro di accoglienza della provincia di Caserta.






    LEGGI ANCHE

    Napoli, due rapine a distributore di carburante nello stesso giorno: arrestato

    Napoli: 2 rapine in un giorno. Prima le mani al collo di una dipendente poi la rapina a mano armata in un altro distributore. Carabinieri arrestano 37enne

    Aversa, tentano di rubare la marmitta dal furgone delle Poste: arrestati 2 napoletani

    Nella giornata del 15 febbraio 2024, la Polizia Ferroviaria di Aversa ha eseguito un'ordinanza di arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Napoli...

    Napoli, vede la polizia e cerca di inghiottire le dosi: arrestato a Porta Capuana

    Durante i servizi predisposti dalla Polizia di Stato, i Falchi della Squadra Mobile hanno individuato un individuo che stava per cedere droga a due...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE