I ‘rider’ della droga nel Parco Verde di Caivano: 55 arresti in tutta Italia

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

Napoli. Migliaia di dosi di droga, ma anche furti: dopo due anni di indagini scattano 55 arresti tra la provincia di Napoli e altre regioni italiane, 70 gli indagati.

L’attività di spaccio organizzata attraverso ‘rider’ insospettabili e minori, centinaia di consegne in tutta la provincia di Napoli: la camorra del Parco Verde non si ferma neppure nell’anno della pandemia.
Nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno dato esecuzione, in varie aree del territorio nazionale, ad un’ordinanza cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord nei confronti di cinquantacinque persone accusate a vario titolo di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, armi, furti in abitazione, rapina e procurata evasione di soggetto detenuto presso la propria abitazione.

Le indagini, eseguite anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, e attraverso attività di riscontro sul territorio sfociate in sequestri di sostanze stupefacenti ed arresti in flagranza di reato, sono state condotte, in un arco temporale ricompreso tra marzo e luglio 2018, da militari in servizio presso la Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Casoria. Le indagini hanno consentito di accertare centinaia di cessioni di droga, soprattutto nella zona del “Parco Verde” di Caivano, attraverso appuntamenti telefonici tra pusher e assuntori.



    La droga, poi, veniva affidata a persone incensurate, giovani o minorenni per la consegna in punti concordati. Il gruppo si premuniva anche di affidare ai ‘rider’ della droga piccoli quantitativi di sostanza stupefacente per evitare di esporli ad arresti o denunce. Il Gip ha disposto il carcere per 24 persone e gli arresti domiciliari nei confronti di altri sedici soggetti, altri 15 indagati sono stati poi sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.


    Torna alla Home


    Nel carcere do Opera, Domenico Massari ha ucciso con la cintura dell'accappatoio il narcos Antonio Magrini
    La tranquillità post-partita è stata spezzata dai violenti scontri avvenuti al termine della partita tra Monza e Napoli dello scorso 7 aprile. Il Questore di Monza e della Brianza, Salvatore Barilaro, ha emesso una serie di provvedimenti draconiani contro gli ultras locali, autori delle violente aggressioni ai danni della...
    Il Procuratore di Napoli critica duramente le modifiche introdotte dal governo e dalla maggioranza.
    Oroscopo di oggi 21 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete (21 marzo - 19 aprile): Oggi potresti sentirti un po' in tensione, Ariete. Mercurio in transito nella tua casa della comunicazione potrebbe portare a fraintendimenti o dispute. Cerca di mantenere la calma e evita di saltare a...

    IN PRIMO PIANO