foto da google


Richiesta di asilo politico per i 26 migranti recuperati nei container a Salerno

Potranno presentare richiesta di asilo politico i 26 migranti che all’alba di oggi sono stati trovati in due container di una nave nel porto di Salerno. Dalle procedure di identificazione, infatti, e’ emerso che sono tutti di nazionalita’ curda e irachena e che appartengono alla minoranza religiosa degli yadizi, una tra le piu’ perseguitate dall’Isis. Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli agenti della polizia di frontiera marittima il gruppo e’ partito dall’Iraq e, dopo aver raggiunto la Turchia e in particolare il porto di Aliaga, si e’ nascosto nei cassoni per raggiungere l’Italia. Il viaggio e’ durato tre giorni ma i migranti sono rimasti all’interno dei cassoni per altre quindici ore. Soltanto alle 4 di questa mattina hanno provato ad uscire, ma sono stati sorpresi dalle forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE  26 clandestini scoperti nei container di una nave turca nel porto di Salerno

I maggiorenni (12 donne e 8 uomini) sono stati trasferiti nei centri di accoglienza della provincia, mentre i sei minori non accompagnati (una ragazza e cinque ragazzi) sono stati assegnati alle case famiglia. Secondo gli investigatori quasi tutti avrebbero parenti in Germania. La Procura di Salerno ha aperto un’inchiesta ma, al momento – diversamente da quanto appreso inizialmente – non sono state mosse contestazioni al comandante della nave, la cui posizione resta al vaglio degli investigatori.


Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Caserta, dichiarato fuori pericolo il dj Capriati accoltellato dal padre

Notizia Precedente

Whirlpool:il prefetto di Napoli incontra gli operai

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..