Palazzo San Giacomo

Tra le ipotesi anche la candidatura del presidente della Camera, Roberto Fico, soprattutto in caso di alleanza Pd-M5s.

______________________________

Nessuna certezza di nomi per il dopo Magistris, per ora è certa solo la candidatura della Clemente

Una corsa per cui al momento gli schieramenti politici non hanno ancora definito le candidature, ma i rumors sui nomi si rincorrono. L’unica candidatura già in campo è proprio quella avanzata dal movimento fondato da de Magistris, che, già da diversi mesi, ha indicato come candidata sindaco Alessandra Clemente, attuale assessore ai Giovani.

Napoli elezioni

Alessandra Clemente

Al momento la data del voto calabrese è fissata per l’11 aprile mentre non c’è ancora quella per le Amministrative napoletane.

”La legge regionale calabrese – aveva spiegato nei giorni scorsi de Magistris – non impone le dimissioni da sindaco e quindi non dovrò lasciare Napoli”. Scenario diverso qualora de Magistris fosse eletto in Calabria ad aprile e le elezioni amministrative a Napoli dovessero slittare a settembre: in questo caso a traghettare il Comune di Napoli al voto sarebbe il vicesindaco, Carmine Piscopo.

Ma mentre de Magistris prepara la sua campagna elettorale in Calabria, a Napoli i partiti, sia di centrosinistra che di centrodestra, sono impegnati in contatti, colloqui e incontri per trovare il proprio candidato. Nel campo del centrosinistra, i nomi in quota Pd che circolano da tempo sono quelli dei ministri Gaetano Manfredi o Vincenzo Amendola senza dimenticare la voglia di tornare in campo dell’ex sindaco ed ex presidente della Regione, Antonio Bassolino, che potrebbe candidarsi sostenuto da liste civiche qualora i dem scegliessero di puntare su un nome diverso; nella scelta del candidato avrà di sicuro un ruolo pesante il governatore Vincenzo De Luca, forte del successo elettorale di pochi mesi fa.

LEGGI ANCHE  Napoli, evade dai domiciliari, arrestato 27enne al Rione della Bussola

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/e-morto-a-96-anni-lo-storico-dirigente-pci-emanuele-macaluso

Tra le ipotesi anche la candidatura del presidente della Camera, Roberto Fico, soprattutto in caso di alleanza Pd-M5s. Nel centrodestra il nome più quotato è il pm anticamorra Catello Maresca, che potrebbe proporre una candidatura ‘civica’, ma la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, appena cinque giorni fa via twitter, ha rilanciato come potenziale sindaco l’avvocato Sergio Rastrelli, figlio dell’ex presidente della Regione Campania, Antonio, esponente storico della destra napoletana. Sempre in ambito centrodestra si fa anche il nome di Riccardo Monti, presidente di Interporto Sud Europa spa, manager di rilievo internazionale.


Di Fabio Testa

Ti potrebbe interessare..