Napoli, nei pressi della stazione centrale e in via Vespucci cantieri diventano discariche

Borrelli: “i cittadini che non meritano questo degrado. Bisogna mettere fine a questo mal costume.”

google news
foto da facebook

Napoli, regno di cantieri eterni ed abbandonati. Nei pressi della stazione centrale e in via Vespucci cantieri diventato discariche Borrelli: “i cittadini che non meritano questo degrado. Bisogna mettere fine a questo mal costume.”

Napoli è da tempo la città dei cantieri eterni ed abbandonati. Sono, infatti, numerose, le segnalazioni pervenute del corso del tempo al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, da parte di cittadini esasperati ed indignati, che denunciano la presenza sul territorio napoletano di cantieri dei lavori abbandonati e diventati luoghi di degrado e discariche a cielo aperto.

Le ultime segnalazione giungono dall’area in prossimità della stazione centrale di Piazza Garibaldi, dove è presente un cantiere abbandonato contenente materiale di risulta e materiale edile ancora imballato rimasto lì da diverso tempo e da via Vespucci.

LEGGI ANCHE  Barra, pusher vede i carabinieri e getta il borsello con la droga: arrestato

“Abbiamo inviato una nota al comune di Napoli per chiedere informazioni su questi ed altri cantieri che sembra siano stati abbandonati da tempo, così come ci hanno anche segnalato i cittadini. Qui è diventata la normalità questo mal costume di far partire dei lavori pubblici per poi interromperli e far rimanere il cantiere fermo per un tempo indefinito. Qui sembra che l’obiettivo non sia apportare migliorie al territorio ma far durare il più a lungo possibile i lavori, ed in questo modo non si fa che accrescere il degrado soprattutto in quelle zone già martoriate ad abbandonate dalle istituzioni, i cittadini non meritano questo. Bisogna cambiare rotta, devono darci spiegazioni.”- ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Camorra, attentato al giornalista Mimmo Rubio: 3 indagati

Tre esponenti della camorra di Arzano legati al clan della 167 riferimento degli Amato Pagano sono indagati per gli attentati del 2018 sotto l'abitazione del giornalista Mimmo Rubio

Martina, morta a 27 anni, ridà la vita ad altre 7 persone con la donazione organi

Fisioterapista morta a 27 anni per una emorragia cerebrale, la famiglia ha deciso la donazione organi

Omicidio al Rione Traiano, ucciso 53enne

la vittima dell'omicidio al rione Traiano è il 53 enne Sergio Carparelli

Controlli a Torre Annunziata, recuperata droga e armi

Un arresto e 5 denunce da parte dei carabinieri nel corso dei controlli a Torre Annunziata

IN PRIMO PIANO

Pubblicita