Napoli, ennesimo guasto sulla linea 1 della Metro.

Utenti costretti a raggiungere i luoghi di lavoro con mezzi alternativi e taxi. I cittadini: “Disagi continui e costretti a viaggiare ammassati l’un l’altro nei vagoni”.

Ancora disagi per gli utenti della Metropolitana di Napoli. Nella mattinata dell’11 gennaio, a causa di un guasto è stato sospeso il servizio di trasporto sull’intera tratta della linea 1 della metropolitana di Napoli. Diversi cittadini hanno segnalato il disagio al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“Ormai i disservizi sono all’ordine del giorno. Alla fermata di Toledo hanno fatto scendere tutti per un guasto di 2 treni, per cui la corsa non è proseguita verso Piscinola. Ho raggiunto il mio luogo di lavoro con il Taxi. Oltre al disservizio di stamattina, il problema è continuo. Non ha senso mettere coprifuoco e restrizioni se ogni giorno si è costretti a viaggiare nei treni tutti ammassati. Chiediamo più corse e più controlli la mattina, quando la gente si reca a lavoro, questa situazione non è più tollerabile.”. È la testimonianza di un cittadino rivoltosi al Consigliere Borrelli.

LEGGI ANCHE  San Giorgio, l'amministrazione Zinno fornisce saturimetri gratis ai cittadini

“I cittadini sono stanchi ed esasperati da questi continui disagi del trasporto pubblico. Tra ritardi, malfunzionamenti, sovraffollamenti, difficoltà nel reperire i titoli di viaggio, ogni giorno gli utenti sono costretti ad avventurarsi in una giungla per potersi recare a lavoro, e questo è davvero inconcepibile.

Una metropoli, degna di essere chiamata con questo nome, deve avere un servizio di trasporto pubblico impeccabile, qui siamo molto lontani da tale target e a pagarne le spese sono i cittadini. Quando, inoltre, potrà ripartire il turismo i visitatori non riceveranno un bel biglietto da visita della nostra città e non saranno messi a loro agio se si continuerà così.

Inoltre, permettere ogni giorno tali assembramenti sui mezzi di trasporto pubblico è un controsenso se ai cittadini viene richiesto di rispettare le regole e le norme anti-covid e si chiudono le attività commerciali.

LEGGI ANCHE  Terremoto a Pozzuoli, l'Osservatorio Vesuviano: 'Attività monitorata, niente pericoli'

Abbiamo inviato una nota ad Anm per chiedere spiegazioni su questi ennesimi guasti e per sollecitare un piano di interventi ordinari e straordinari adeguato e per sollecitare un rinfoltimento del numero delle corse. Questa situazione non è più tollerabile.”- le parole del Consigliere Borrelli.

Covid, scoperto il vero paziente 1 italiano

Notizia Precedente

Come effettuare una corretta manutenzione dell’auto

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..

;