e la Shoa: ‘Ignomie dittature da non dimenticare’.

“La Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza, ha cancellato le ignominie della dittatura. Ma non intende dimenticarle. Non vanno dimenticate. Per questa ragione la memoria è un fondamento della Repubblica che si basa sui principi di uguaglianza, di libertà, di dignità umana, con il riconoscimento, pieno e inalienabile, dei diritti universali dell’uomo, di ciascuna persona. Contro la barbarie dell’arbitrio, della violenza, della sopraffazione”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della celebrazione al del Giorno della Memoria. “La memoria -che oggi celebriamo qui e in tante altre parti del mondo- non è, dunque, gettare lo sguardo su una fotografia che sbiadisce con il trascorrere del tempo. Ma -ha sottolineato ancora il Capo dello Stato- un sentimento civile, energico e impegnativo. Una passione autentica per tutto quello che concerne la pace, la fratellanza, l’amicizia tra i popoli, il diritto, il dialogo, l’eguaglianza, la libertà, la democrazia”.


Napoli, carabinieri e polizia inseguono una Smart: due 17enni denunciati

Notizia precedente

Eav: piano straordinario dei trasporti per l’apertura delle scuole in Campania

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..


Commenti

I Commenti sono chiusi