Coronavirus, sindaco del Casertano denuncia partecipanti a un cenone

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il sindaco di Riardo, comune del Casertano, denuncia i partecipanti a un cenone

“Purtroppo, nonostante i reiterati inviti ad assumere le necessarie cautele per evitare il rischio contagio, si continuano ad acquisire notizie di atteggiamenti e comportamenti irresponsabili. Infatti incuranti dei rischi e dei pericoli si partecipa ad assembramenti, si organizzano visite ad amici e parenti.

In qualche caso anche familiari di persone in quarantena si recano dai congiunti, il tutto come se niente fosse: come se il virus dovesse contagiare altri e non gli autori di tali festa , tant’è che il Sindaco, quale Autorità Sanitaria locale, previa comunicazione Asl, ha dovuto assumere provvedimenti urgenti per disporre isolamento di alcuni soggetti, sottoponendoli a tampone”, si legge in una nota  dell’amministrazione comunale di Riardo.

“Inoltre è al vaglio degli Uffici – aggiungono – una foto nella quale si ritraggono delle persone dedite ad un cenone per cui previa generalizzazione verranno assunti i necessari provvedimenti”.






LEGGI ANCHE

Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

"Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

Fuori venerdì 23 febbraio ‘Realness’, il nuovo singolo di Cecchy

Nuovo singolo di Cecchy "Realness" in uscita venerdì 23 febbraio "Cecchy continua a raccontare la complessa realtà del quartiere di Ponticelli con il suo...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE