michele russo



Scafati. “Continuano improvvisazione e disagio per i cittadini”, commenta Michele Russo Consigliere di opposizione e leader della coalizione civica Insieme per Scafati, all’indomani del part-time assegnato al nuovo comandante dei Vigili urbani.

La notizia dell’ennesimo cambio di guardia, anche se part time, già nella giornata di ieri ha fatto il giro del web tra stupore e rassegnazione.

ADS

Il comunicato stampa di Russo:

“Apprendiamo da notizie di stampa che sarebbe in arrivo, part-time, il nuovo comandante dei vigili urbani per tre giorni a settimana per sei mesi. Il quarto responsabile in un anno e mezzo e non è detto che finisca qui.
La stessa situazione ha riguardato il ruolo di responsabile del settore finanze, con quattro avvicendamenti. Anche in questo caso abbiamo avuto funzionari in carica part-time condivisi con altri comuni, come se Scafati fosse una piccola cittadina gestibile facilmente senza essere presenti quotidianamente.

Ma ad essere completamente insufficiente non è solo la gestione degli avvicendamenti nei ruoli di responsabili di vari uffici, bensì tutta la problematica del personale, sempre più carente nell’organico.

LEGGI ANCHE  Scafati, un'alternativa per non vendere il Comunale: la proposta di Russo

Potrebbe interessarti anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/12/benvenuti-a-scafati-la-piccola-venezia-la-foto-ironica-di-un-cittadino-diventa-virale-sul-web/

I dipendenti in servizio effettivo sono sempre meno, circa un centinaio, su oltre 300 previsti dalla pianta organica. In un anno e mezzo questa Amministrazione comunale non ha compiuto alcun passo avanti concreto nel rinforzare adeguatamente il personale, solo annunci.
Anzi, dopo i tanti proclami in campagna elettorale contro la gestione esterna dei tributi, e la fine del rapporto con la Geset, l’Amministrazione comunale, con una delle tante piroette cui ci ha abituati, va verso un nuovo appalto ad una ditta esterna, motivazione: la mancanza del personale. Guarda un po’. Verrebbe da pensar male.

Ed è così che, complice anche il ora, gli uffici sono chiusi al pubblico da mesi.
Ci sono cittadini che attendono appuntamenti, rinviati a data da destinarsi.
Un’amministrazione che non è lontana dalla città, è praticamente irraggiungibile e funziona male ma non per responsabilità dei dipendenti.”



Fabio Testa, 28 anni, laureato in sociologia. Appassionato della cultura napoletana e dei fenomeni della tradizione popolare. Gli piace il cinema d'autore. E' grande tifoso del Napoli

    Speziale torna libero, uscito dal carcere per fine pena

    Notizia precedente

    Falsi scoop in tv: condannato Mingo, l’ex inviato di Striscia la Notizia

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..