Operazione “Rail Safe Day” della polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie della Campania

SULLO STESSO ARGOMENTO

865 persone controllate, di cui 164 risultate con precedenti di polizia; 16 siti ferroviari presidiati; 11 convogli scortati; 7 servizi di perlustrazioni linea; 2 contravvenzioni elevate; 90 operatori della Polizia Ferroviaria impiegati.

Questi i risultati dell’operazione “Rail Safe Day”, che si è svolta nella giornata di ieri, 10 dicembre, nelle maggiori stazioni ferroviarie della Campania. Operazione finalizzata a contrastare i comportamenti anomali e impropri dei viaggiatori nonché l’indebita presenza sulla sede ferroviaria. L’operazione straordinaria è stata eseguita nell’ambito di una più ampia programmazione di controlli disposti su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria.

Gli operatori Polfer sono stati coadiuvati dalle Unità Cinofile della Questura di Napoli che hanno operato nelle stazioni di Napoli Centrale, Piazza Garibaldi e nelle zone limitrofe.

I controlli sono stati eseguiti con il contributo del Presidio F.S. di Protezione Aziendale che, giornalmente, assicura un capillare filtraggio dei viaggiatori in arrivo e partenza nelle principali stazioni campane.

    Nell’ultima settimana sono state sottoposte a controlli di polizia 4.226 persone; arrestate 3 persone di cui 2 in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere e una per detenzione e spaccio di sostanza stupefacenti; elevate complessivamente 20 contravvenzioni e rintracciati 3 minori.






    LEGGI ANCHE

    Bolgia alla stazione dei Campi Flegrei dopo Napoli-Barcellona: ressa e svenimenti di bambini

    Tifosi infuriati e Borrelli denuncia inefficienza e disorganizzazione

    Napoli, chiede scusa in aula e vuole risarcire il motociclista che investì e uccise Elvira Zibra sul Lungomare

    Processo al motociclista napoletano Gianluca Sivo accusato di omicidio colposo per la morte di Elvira Zibra, investita mentre era in sella alla sua moto...

    Camorra, sequestro beni allo sponsor della Casertana calcio

    Sequestro beni per oltre 1,5 milioni di euro a imprenditore ritenuto contiguo al clan Belforte dei Marcianise. E tra i beni sequestrati c'è anche...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE