Si registra una ennesima aggressione ai danni del personale sanitario: accade ad Avellino, al covid center dell’ospedale Moscati.

Il figlio di un paziente ha tentato di forzare l’ingresso e quando il medico di turno, lo pneumologo Giuseppe Russo, gli ha fatto opposizione, l’uomo lo ha colpito con un estintore staccato dalla parete. Per fortuna il medico ha riportato soltanto lievi ferite.

Non si conoscono ancora bene le motivazioni che hanno spinto l’uomo a compiere tale gesto.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/12/covid-1067-nuovi-positivi-in-campania-e-19-vittime/

“Esprimiamo la nostra solidarietà al dott. Russo per questa aggressione. Ancora una volta ci troviamo a chiedere a gran voce la presenza fissa di un presidio di forze dell’ ordine all’interno delle strutture ospedaliere, è l’unico modo per garantire la sicurezza del personale sanitario, indispensabile, soprattutto in questa emergenza sanitaria.”- dichiarano il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e Luigi Tuccia, coordinatore del sole che ride ad Avelino.

Scrivi la tua opinione


Campania, controlli nelle stazioni: 2 arresti, 7 indagati e oltre 3mila indentificati

Notizia Precedente

Tamponi covid nelle farmacie di Napoli: migliaia di test ma niente code

Prossima Notizia


Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..