Seguici sui Social

Cronaca Giudiziaria

Morta di covid al Cardarelli: mercoledi’ incarico per l’autopsia

Sara’ conferito mercoledi’ prossimo, negli uffici della Procura di Napoli, l’incarico per l’esame autoptico sulla salma di Giuseppina Liccardo

PUBBLICITA

Pubblicato

il

foto da facebook


Morta di covid al Cardarelli: mercoledi’ incarico per l’autopsia

Sara’ conferito mercoledi’ prossimo, negli uffici della Procura di Napoli, l’incarico per l’esame autoptico sulla salma di Giuseppina Liccardo, la 45enne affetta da gravi problemi renali, deceduta lo scorso 12 novembre nella terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli di Napoli dove era stata trasferita dopo essere risultata positiva al Sars-Cov-2.

Su disposizione del sostituto procuratore Eliana Esposito della VI sezione (Lavoro e Colpe Professionali, coordinata dal procuratore aggiunto Simona Di Monte) la salma della signora Liccardo e’ stata riesumata dal cimitero di Secondigliano, a Napoli, lo scorso 16 dicembre.

LEGGI ANCHE  Costiera amalfitana, 98 positivi al Covid: appello ai cittadini

Al momento gli inquirenti ipotizzano il reato di omicidio colposo contro ignoti. Le indagini scattarono dopo la denuncia presentata dai familiari della donna (rappresentati dall’avvocato Maria Laura Masi) che soffriva di patologie renali e che si reco’ nell’ospedale Cardarelli a causa di dolori al petto.


Continua a leggere
Pubblicità

Benevento e Provincia

Abusi sessuali su nipote minorenne: arrestato 60enne in provincia di Benevento

Con l’accusa di aver abusato della nipote minore è stato arrestato un 60enne della provincia di Benevento.

Pubblicato

il

foto dal web

Abusi sessuali su nipote minorenne: arrestato 60enne in provincia di Benevento

Con l’accusa di aver abusato della nipote minore è stato arrestato un 60enne della provincia di Benevento. Gli agenti della Squadra mobile della Questura sannita, coordinati dai magistrati della locale procura, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per violenza sessuale pluriaggravata in danno della giovane, minore di 16 anni. Le indagini hanno consentito di accertare che, da giugno 2016 a novembre 2018, l’indagato avrebbe fatto sottoposto la ragazzina a una serie di abusi sessuali.

LEGGI ANCHE  Greco in aula: 'Comparammo il Castello di Ottaviano perché Cutolo lo voleva regalare ai genitori'

Ad avvalorare il compendio probatorio i racconti della madre della minore e di altre persone informate sui fatti, il tutto riscontrato dall’esito dell’incidente probatorio del febbraio scorso. In seguito alle violenze subite nella giovane vittima si è sviluppata una sindrome da stress post traumatico che l’aveva portata ad avere incubi notturni e crisi respiratorie, arrivando ad autoinfliggersi lesioni corporali procurandosi una serie di ferite, disturbo accertato in sede di indagini preliminari da un consulente tecnico nominato dal pm.

Continua a leggere

Le Notizie più lette