Incendio estorsivo ai danni di un bar di Lettere: 3 misure cautelari a Gragnano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Incendio estorsivo ai danni di un bar di Lettere: 3 misure cautelari a Gragnano

Questa notte a Gragnano ed Ariano Irpino, i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia  hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere- emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica – nei confronti di 3 indagati (di cui 2 liberi e 1 già detenuto presso la Casa Circondariale di Ariano Irpino), ritenuti responsabili rispettivamente dei reati di incendio e tentata estorsione in concorso con soggetti minorenni. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica e condotte dalla Stazione Carabinieri di Lettere e dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Castellammare di Stabia, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di uno dei cinque esecutori materiali dell’incendio doloso del Bar Sant’Anna di Lettere, avvenuto il 20 febbraio del 2019, e di accertare che l’episodio criminoso, commesso in concorso con altri soggetti, due dei quali minorenni, era diretto a costringere i titolari dell’esercizio commerciale a consegnare una somma di denaro di importo non precisato alla famiglia Apicella di Gragnano.

L’attività d’indagine, condotta mediante l’analisi delle immagini di numerose telecamere pubbliche  e private e l’effettuazione di intercettazioni telefoniche ed ambientali, ha permesso di accertare che l’azione criminale era stata pianificata nei minimi dettagli. Infatti, dopo aver effettuato una perlustrazione preventiva per studiare l’obiettivo, quattro individui, in orario notturno, avevano alzato con un piede di porco la serranda d’ingresso dell’esercizio commerciale e con del liquido infiammabile avevano appiccato il fuoco sia alla serranda che ai locali interni, provocando l’annerimento del muro esterno dell’immobile e la parziale distruzione degli arredi del locale.

L’azione criminosa avrebbe potuto avere anche conseguenze peggiori, in quanto nelle immediate vicinanze della serranda era stata posizionata una bombola piena di gpl la cui esplosione avrebbe potuto creare un pericolo per l’incolumità degli occupanti delle abitazioni adiacenti al bar.



    In relazione al tentativo di estorsione, le investigazioni hanno permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico di Apicella Rossano, già detenuto per altro, il quale, in concorso con un altro soggetto anch’esso destinatario della misura cautelare e di un minorenne, aveva dato mandato ai correi di costringere i proprietari del bar a saldare il proprio debito, visto che l’incendio non aveva sortito l’effetto sperato.

    I due indagati già liberi, al termine delle formalità di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale, mentre al terzo indagato, già detenuto, il provvedimento è stato notificato presso la Casa Circondariale di Ariano Irpino ove era ristretto.


    Torna alla Home


    Oroscopo di oggi 23 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete (21 marzo - 19 aprile): La Luna in Acquario potrebbe farvi sentire un po' inquieti oggi. Potreste riscontrare qualche difficoltà nei rapporti interpersonali. Evitate di prendere decisioni affrettate. Il vostro colore fortunato per oggi è il giallo. Toro...
    L’Inter è campione d’Italia per la ventesima volta nella sua storia (1 titolo a tavolino) grazie alla vittoria contro il Milan per 2-1, nel derby valido per la 33/a giornata di Serie A. I gol di Acerbi al 18’, di Thuram al 48’ e di Tomori al 79’. Nel...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Un altro tassello per implementare l’accessibilità e la fruizione dell’antica città di Pompei. Il Parco Archeologico aggiunge alle iniziative volte a favorire l’inclusione di tutti i cittadini al patrimonio culturale, le guide Museo per tutti di Pompei, nate dalla collaborazione con l’équipe di Museo per tutti dell’associazione L’abilità onlus in...

    IN PRIMO PIANO