Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Comuni

Somma Vesuviana,in 5 giorni 40 interventi dell’ambulanza comunale

PUBBLICITA

Pubblicato

il

somma vesuviana,ambulanza comunale


PUBBLICITA

 Quasi quaranta interventi dei quali una buona parte in codice rosso: e’ il bilancio del servizio sanitario mobile istituito a Somma Vesuviana (NAPOLI), con fondi esclusivamente comunali, per dare assistenza ai soli contagiati dal covid in citta’, che ad oggi sono 778 positivi attivi.

Un’ambulanza, con a bordo due infermieri ed un medico, che sta lavorando per 12 ore al giorno da mercoledi’ scorso, garantendo assistenza grazie ad un numero verde collegato ad una sala operativa ubicata direttamente in municipio. “Dalla sua partenza – ha detto il sindaco Salvatore Di Sarno – il presidio sanitario istituito dalla mia Amministrazione per essere con la gente di Somma Vesuviana, ha effettuato circa una quarantina di interventi e non pochi sono stati i codici rossi. Abbiamo salvato soprattutto persone anziane non solo dall’abbandono, ma anche facendoli ricoverare in ospedale quando si presentava una situazione seria”. Il servizio, attivo dalle 12 alle 24, e’ stato da subito molto richiesto dai cittadini sommesi positivi al Covid. I medici e gli infermieri che si sono alternati nel servizio, hanno toccato con mano la paura e la disperazione dei contagiati con sintomi piu’ evidenti, ma anche il senso di solitudine e di preoccupazione di tanti altri. “Ringrazio i medici volontari – ha concluso Di Sarno – i soccorritori, gli autisti dell’ambulanza che stanno garantendo questo servizio essenziale e gratuito per la cittadinanza, portando una carezza, un sostegno sanitario ed anche morale ai malati e ai loro familiari. Questi volontari hanno salvato vite umane e stanno continuando a farlo. E’ cosi’ che un’Amministrazione puo’ essere in mezzo ai cittadini, con atti concreti”.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Salerno e Provincia

SARNO: bomba carta sventra saracinesca

Pubblicato

il

sarno bomba carta

Un boato ha scosso in serata la quiete dei residenti di Via Laudisio. Un ordigno esplosivo ha divelto la saracinesca di un negozio di alimentari. L’attività, gestita da extracomunitari, è stata parzialmente danneggiata. Sul posto carabinieri e Vigili del fuoco per i rilievi del caso. Gli autori del gesto sarebbero due persone. La coppia in sella a un ciclomotore si sarebbe avvicinata all’attività e avrebbe lanciato l’oggetto esplosivo.

Continua a leggere

Ercolano

Rubati 22 pc nell’Istituto Giampaglia di Ercolano

Pubblicato

il

rubati 22 pc

Furto nell’istituto comprensivo ‘F. Giampaglia’ ad Ercolano. La scorsa notte sconosciuti si sono introdotti nella sede forzando una porta a vetro e, una volta all’interno, hanno portato via ventidue pc appena inventariati che sarebbero dovuti essere utilizzati dagli alunni.

Ad accorgersi dell’accaduto, questa mattina, il personale non docente e la dirigente scolastica all’orario di apertura della scuola. Sul posto sono giunti i Carabinieri della tenenza locale guidati da Mauro Marinucci e quelli del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata per i rilievi. ”Un gravissimo danno per i bambini di Ercolano” commenta la dirigente scolastica Giovanna Tavani ”Erano ventidue pc pronti per essere dati in uso agli alunni se fosse continuata la didattica a distanza. In alternativa, sarebbero serviti a rimpinguare le lezioni nelle classi qualora si fosse deciso di ritornare a fare lezioni in presenza. Tutti i vecchi pc che avevamo a scuola, li abbiamo dati in comodato d’uso agli alunni per consentire loro di seguire le lezioni da casa. Mi auguro che chi ha compiuto questo grave gesto ai danni dei bambini della citta’, si penta e che come li ha portati via, li faccia recapitare a scuola in un pacco in forma anonima. I beni delle scuole come appunto i pc sono beni dei ragazzi del nostro territorio non di una entita’ astratta e, soprattutto in questo momento in cui la dad sta continuando, costituiscono un mezzo utile per raggiungere anche quei bambini che a causa del covid hanno piu’ difficolta’. Ringrazio i Carabinieri e in particolare il tenente di Ercolano, Mauro Marinucci, che questa mattina si e’ intrattenuto a lungo a scuola per comprendere quanto accaduto”.

Appresa la notizia del furto, anche il sindaco del Comune di Ercolano, Ciro Buonajuto ha rilasciato una dichiarazione: ”Un atto ignobile e inqualificabile che danneggia i bambini di Ercolano. La scorsa notte ignoti si sono introdotti nella sede dell’I.C. Ercolano 2 – Giampaglia portando via ben ventidue computer portatili. La scoperta e’ stata fatta dalla dirigente Giovanna Tavani e dai suoi collaboratori che hanno prontamente denunciato l’accaduto alla locale tenenza dei Carabinieri. I computer sarebbero serviti alle venti classi elementari e alle due di scuola media per garantire la didattica digitale integrata. Mi auguro che gli autori di questo vile atto vengano individuati al piu’ presto”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette