Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

Nursing up: “A Pozzuoli infermieri contretti a fare barellieri e addirittura a trasportare le salme”

Pubblicità'

Pubblicato

il

nursing up,pozzuoli


Pubblicità'

Il Presidente del Sindacato denuncia: «Ennesimo caso di demansionamento dei nostri infermieri! Grottesco e paradossale il modus operandi del Santa Maria delle Grazie, Asl Napoli 2 Nord, reparto Medicina d’Urgenza Covid. Si pretende che il personale infermieristico svolga funzioni che per legge competono agli Oss e, più in generale agli operatori di supporto»

 

«C’è chi ai tempi della pandemia, dirigente sanitario di un reparto Covid appartenente ad un presidio ospedaliero che copre le necessità di decine di migliaia di pazienti, ha l’ardire di firmare circolari dal contenuto grottesco e paradossale, che mettono in amara evidenza l’ennesimo caso di demansionamento degli infermieri, di cui onestamente avremmo volentieri fatto a meno, soprattutto in un frangente così delicato legato alla drammatica riesplosione dell’emergenza».

E’ il duro commento di Antonio De Palma, che denuncia quanto sta accadendo presso il Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, nel reparto medicina d’urgenza Covid.

«Con tanto di circolare, viene reso ufficiale  l’espletamento di funzioni che non competono assolutamente agli infermieri, bensì  agli Operatori Socio Sanitari e ad altri operatori di supporto. Nel documento si fa riferimento alla precisa incombenza, da parte di infermieri, cioè professionisti laureati, di ottemperare a incarichi come il trasporto delle salme.

Dov’è, ci chiediamo, il rispetto delle normative contrattuali?

Che fine ha fatto il legittimo riconoscimento per le qualità e le conoscenze di professionisti che in questo momento, più che mai, possono risultare decisivi per salvare vite umane?

Mentre gli infermieri vengono chiamati a fare da barellieri, ci chiediamo chi si occupa dei pazienti?

Vista l’emorragia di personale ci sembra paradossale svuotare i reparti di colleghi che rappresentano un punto di riferimento, affidando loro incarichi che, per legge, dovrebbe svolgere personale tecnico e cosiddetto di supporto.

Ancora una volta il nostro sindacato, di fronte a episodi scabrosi come questi, con tanto di firma di un dirigente, invita gli infermieri coinvolti a denunciare quanto sta accadendo.

Noi siamo e saremo sempre pronti a offrire supporto legale laddove i colleghi subissero richieste che ledono la loro immagine professionale e vanno contro le vigenti norme », conclude De Palma.

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Covid, oggi 21.052 casi e 662 morti in Italia. Il rapporto scende al 9,26%

Pubblicato

il

Covid casi italia
foto di cronache della campania

Covid, oggi 21.052 casi e 662 morti in Italia. Il rapporto scende al 9,26%.

In calo la curva epidemica in Italia. Sono 21.052 i nuovi casi oggi, contro i 24.099 di ieri, a fronte di 194.984 tamponi, 18mila meno di ieri. Tuttavia, la percentuale positivi-tamponi scende al 10,7% dall’11,32% di 24 ore fa, ed e’ visibile anche la riduzione su base settimanale (sabato scorso, ad esempio, i nuovi casi erano oltre 5mila in piu’). Sempre alto il numero dei decessi, 662 oggi, comunque in calo rispetto agli 814 di ieri. Le vittime totali sono 59.114. Si rafforza il calo dei ricoveri: le terapie intensive sono 50 in meno (ieri -30), 3.517 in tutto (con 192 nuovi ingressi oggi). Mentre i ricoveri ordinari scendono di ben 1.042 unita’ (ieri -572), per un totale di 30.158. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Il rapporto tra tamponi effettuati e positivi torna sotto il 10%. I test effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 194.984, mentre i nuovi contagi sono stati 21.052 con un rapporto pari al 9,26%.

Scendono gli attualmente positivi che oggi sono 754.169 rispetto ai 757.702 di ieri. I dimessi/guariti odierni sono 23.923, per un totale di 896.308 dall’inizio dell’epidemia. Scende ancora il numero delle persone ricoverate nelle ultime 24 ore in terapia intensiva a 3.517, 50 in meno da ieri. In calo anche il totale dei ricoverati con sintomi che e’ di 30.158 unita’.
Le regioni con piu’ contagi quotidiani sono Veneto (+3.607, in controtendenza essendo ancora in crescita), Lombardia (+3.148), Emilia Romagna (+1.964), Puglia (+1.884, altra regione ancora in crescita) e Lazio (+1.783). i casi totali sono 1.709.991. I guariti sono 23.926 (ieri 25.276) per un totale di 896.308. Superati ancora dunque i nuovi casi del giorno: per questo il numero degli attuali positivi continua a scendere, -3.533 (ieri -2.280), e arriva a 754.169. Di questi, sono in isolamento domiciliare 720.494, 2.441 meno di ieri.

 

Continua a leggere

Coronavirus

Covid, 1521 nuovi casi in Campania e 1961 guariti nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Covid nuovi casi in campania
foto di cronache della campania

Covid, 1521 nuovi casi in Campania e 1961 guariti nelle ultime 24 ore.

Sono 1.521, di cui 1.383 asintomatici, i nuovi casi di Covid registrati in Campania, dove sono stati effettuati 18.636 tamponi. I morti sono 55, anche se l’Unita’ di Crisi della Regione precisa che 15 sono deceduti nelle ultime 48 ore, 40 in precedenza ma registrati ieri. Il totale delle vittime sale a 1.958. Sono 1.961 i guariti (60.422 in tutto). I posti letto di terapia intensiva occupati sono 165 su 656 disponibili, mentre i posti di degenza sono 1.558 (su 3.160).

Questo il bollettino di oggi:
Positivi del giorno: 1.521
di cui:
Asintomatici: 1.383
Sintomatici: 138
Tamponi del giorno: 18.636
Totale positivi: 163.741
Totale tamponi: 1.677.237
Deceduti: 55 (*)
Totale deceduti: 1.958
Guariti: 1.961
Totale guariti: 60.422
* 15 deceduti nelle ultime 48 ore e 40 deceduti in precedenza ma registrati ieri
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 165
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.558
** Posti letto Covid e Offerta privata

Continua a leggere

Le Notizie più lette