Seguici sui Social

Calcio

Milan, Bonera: Vittoria importante

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Daniele Bonera, collaboratore tecnico di Stefano Pioli stasera in panchina al San Paolo a causa del coronavirus che ha travolto l’allenatore rossonero e il suo vice Murelli, dopo il successo col Napoli è intervenuto al microfono di Sky Sport.

“Non abbiamo grosse indicazioni sull’infortunio di Ibrahimovic. Aveva il ghiaccio sulla gamba, sembra un problema muscolare ma non conosciamo l’entità. Risolvibile in poco? E’ difficile, Ibra non è solito uscire dal campo. Vedremo”.

Vittoria-scudetto? Ha sentito Pioli? “E’ evidente che è una vittoria importante, che rafforza la convinzione che stiamo andando nella direzione giusta. Per lo scudetto però si vedrà a maggio. Ho sentito Pioli, ha fatto i complimenti a tutti”.

Il Milan può arrivare in alto? “Abbiamo a disposizione una grande rosa. E’ evidente che questo cammino parte da lontano. Siamo consapevoli di essere in alto e vorremmo restarci il più possibile. Ma siamo all’ottava giornata, ci vuole tempo per arrivare a maggio”.

Hai visto finora squadre più forti del Milan in campionato? “Non sottovalutiamo nessuno. Il Napoli è una grande squadra, ha trovato davanti un’altra grande squadra. Ma ci sono davvero ancora troppe partite. Ci sono squadre che sicuramente hanno investito, costruite con l’idea di vincere il campionato. Noi non siamo stati costruiti per vincere subito, ma il nostro percorso ci permette di crescere partita dopo partita. Siamo migliorati molto anche nella preparazione delle partite, durante la settimana l’attenzione dei giocatori è sempre alta. Questi miglioramenti ci fanno guardare al futuro con grande ambizione. Abbiamo l’obbligo di migliorarci, non quello di vincere”.

LEGGI ANCHE  Altri tre calciatori della Casertana positivi: ora sono venti il numero dei contagiati

Come mai avete un po’ sofferto dopo l’ingresso di Petagna e l’espulsione di Bakayoko? “Questo nostro percorso ci deve far ragionare. Una grande squadra riesce a gestire meglio certe situazioni. E’ sempre vero che le gare si possono pareggiare e vincere anche in dieci, quindi c’è stata anche la forza del Napoli, ma cercheremo di migliorare”.

Si capisce nello spogliatoio che qualcosa è cambiato? “Sì, abbiamo questa consapevolezza e dentro di noi deve aumentare ogni settimana, anche per la maglia che portiamo. Il fatto di avere calciatori così disponibili e partecipi ci lascia quella consapevolezza. Ma il campionato è infinito”.


Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Meret: ‘E’ bello essere un calciatore del Napoli’

Pubblicato

il

Il portiere del Napoli, Alex Meret ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli

“Spero in un 20121 più positivo come squadra e il ritorno dei tifosi allo stadio molto importanti per noi, continuità non guasterebbe. Sono contento del percorso che sto facendo. Il gol Babayoko a Udine è stato importantissimo perché ci ha permesso di ritrovare la vittoria e per ripartire al meglio in campionato e trovare la continuità. Aver perso calciatori importanti per un periodo è stato sicuramente un danno ma ora li stiamo recuperando e andiamo avanti. Non esistono gare facili in Italia e anche contro l’Empoli abbiamo creato tanto, loro hanno trovato due bellissimi gol. Sul primo ero coperto dai miei compagni. Certi i miracoli si possono fare sempre”.

L’estremo difensore del Napoli intervistato dal direttore Walter De Maggio ha anche parlato del pranzo di ieri di tutta la squadra in un ristorante di Ercolano.  “E’ stata una bella occasione- ha detto- per stare insieme e da oggi abbiamo subito ripreso a lavorare. E’ un momento complicato e adattarci alla situazione che stiamo vivendo perché non non c’è molto tempo per recuperare e preparare al meglio la gara successiva. Contro la Fiorentina faremo sempre il nostro gioco anche se ha calciatori di qualità. Nella fase offensiva- ha spiegato Meret- dobbiamo essere più cattivi sotto porta. Involuzione dopo la sconfitta con l’Inter? E’ stata immeritata, abbiamo fatto una grande partita così come contro lo Spezia.  Contro la Juventus sarà una grandissima sfida, ma noi daremo di tutto per dare un’altra gioia ai nostri tifosi. Vincere con continuità ti dà molta fiducia e noi la dobbiamo ritrovare dopo le ultime gare. Giocare senza pubblico è molto triste e non avere i tifosi allo stadio fa un effetto negativo. Speriamo che tornino presto. L’affetto dei tifosi del Napoli è particolare- ha concluso- e fa grande piacere ed è bello essere un calciatore del Napoli. Le critiche? Bisogna vivere le situazioni belle e brutte con equilibrio e concentrarsi sul lavoro. Italia? Ha fatto molto bene negli ultimi due anni e agli Europei possiamo dire la nostra”.

LEGGI ANCHE  Serena Rossi è Mina Settembre su Rai1
Continua a leggere

Le Notizie più lette