Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Attualità

Maradona ricoverato in ospedale in Argentina per controlli

Pubblicato

il

maradona ricoverato


Maradona ricoverato in ospedale in per controlli. E’ in una clinica a La Plata, i controlli non sarebbero legati al covid.

 

Diego Maradona e’ stato ricoverato in una clinica a La Plata, a sud di , per controlli medici. Lo riportano i media argentini. Il ricovero non sarebbe correlato alla pandemia di coronavirus che sta devastando il Paese sudamericano. Maradona, che ha alle spalle una lunga storia di abusi di droghe e alcol e ha problemi di salute, e’ considerato ad alto rischio di complicanze qualora contraesse il coronavirus.
El Pibe è stato ricoverato ieri con segni di depressione, tre giorni dopo il suo sessantesimo compleanno. Un membro dello staff di Maradona ha dichiarato all’Associated Press che le condizioni di salute dell’ex calciatore “non sono gravi”. Ha chiesto l’anonimato perché non era autorizzato a parlare della questione. “È molto triste da una settimana, non ha voglia di mangiare”, ha detto aggiungendo che il medico personale di Maradona Leopoldo Luque ha portato l’ex calciatore in ospedale per sottoporlo a controlli sanitari.

In passato ha subito due attacchi di cuore e ha contratto l’epatite. L’ex pibe de oro ha festeggiato il suo 60esimo compleanno la scorsa settimana, dopo essere uscito da un periodo di autoisolamento precauzionale per essere entrato in contatto con una guardia del corpo che si temeva fosse stata colpita dal virus.

Il capitano dell’ campione del Mondo 1986 è stato ricoverato in una clinica privata a La Plata, a circa 40 chilometri a sud di . Maradona ha vissuto lì dalla fine dello scorso anno, quando ha assunto il ruolo di allenatore della squadra di prima divisione Gimnasia y Esgrima. Maradona ha compiuto 60 anni venerdì e si è presentato quella sera per la partita del campionato nazionale di Gimnasia contro il Patronato, che la sua squadra ha vinto 3-0. È però andato via prima della fine del primo tempo, il che ha sollevato dubbi sulla sua salute.Luque ha negato che Maradona abbia contratto il Covid-19.

L’ex campione è rimasto isolato a casa per giorni dopo che una persona con cui lavora ha mostrato i sintomi della malattia.”Non aveva energia, il compleanno è stato un fattore che lo complica in qualche aspetto”, ha detto il dottore. “La mia idea è di farlo idratare per tre giorni, vedere l’evoluzione e curarlo. Non c’è nessuna emergenza”. L’ex giocatore di Boca Juniors, Barcellona e Napoli è in una stanza della clinica. Luque ha detto che Maradona può scegliere di tornare a casa quando vuole.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, 28352 nuovi casi in Italia e 827 vittime: record di guariti

Pubblicato

il

coronavirus italia

Sono 28.352 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Lo riporta il bollettino del ministero della Salute. Le vittime sono 827. Gli attualmente positivi scendono di 7.952 unita’, mentre i guariti o dimessi sono 35.467. Sono 7.952 gli attuali positivi in meno al Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore. Il totale è di 787.893 dall’inizio della pandemia.

Scende il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva: 3782 (-64 rispetto a ieri).
I tamponi per il coronavirus sono aumentati nelle ultime 24 ore di 232.711. Lo rende noto il ministero della Salute. Ad oggi sono 21.188.898 i tamponi effettuati, 12.623.390 i singoli casi testati. Ieri i tamponi erano aumentati di 222.803 raggiungendo quota Tamponi: 21.411.701.
Sono 35.647 i guariti in Italia dal Coronavirus nelle ultime 24 ore. Il dato supera di oltre 12mila unità quello dei nuovi contagiati. Il totale dei dimessi e dei guariti è di 696.647.

La regione con piu’ casi è sempre la Lombardia (+5.389), seguita da Veneto (+3.418), Piemonte (+3.149), Campania (+2.924), Lazio (+2.276) ed Emilia Romagna (+2.165). Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia, che ha superato ieri il milione e mezzo, si attesta a 1.538.217. In forte crescita i guariti, 35.467 (ieri 24.031), che superano nettamente i nuovi casi odierni. Per questo il numero degli attualmente positivi vira in negativo, -7.952 (ieri +4.148), per un totale di 787.893. Di questi, sono in isolamento domiciliare 750.427 pazienti, 7.534 meno di ieri.

Continua a leggere

Coronavirus

Conclusa l’indagine sulla maxi fornitura di mascherine in Lombardia: nei guai due imprenditori

Pubblicato

il

fornitura mascherine

Milano. La Procura di Milano ha concluso le indagini su una maxi fornitura di mascherine per 7 milioni di euro pagati da Aria Spa, la centrale acquisti della Lombardia, a due imprenditori che nel pieno della prima ondata di pandemia avrebbero dovuto rifornire la regione con mascherine, tute e dispositivi di protezione individuale.
É indagato per fronde in pubbliche forniture l’imprenditore Fabio Rosati, titolare della Fitolux Pro srl, una piccola azienda di Castiglione del Lago (Perugia) che si occupa di di commercio di prodotti fitoterapici, integratori e articoli medicali che a febbraio, quando ha ricevuto l’ordine da parte di Aria, non disponeva delle mascherine richieste non aveva modo di procurarle nei tempi richiesti. Stessa ipotesi di reato anche per Alessandra Moglia, amministratrice di Vivendo Pharma Gmbh. A segnalare la mancata consegna del materiale ordinato con procedura d’urgenza (senza gara d’appalto) è stata la stessa Aria, che aveva già fatto i bonifici alle due società nella speranza di vedersi recapitare 2 milioni di mascherine in 24 ore, come hanno raccontato gli stessi imprenditori. A fronte della mancata consegna, gli uomini della Guardia di Finanza coordinati dal pm milanese Luigi Luzi hanno recuperato le somme arrivate sui conti degli imprenditori in tempi ridottissimi. Il titolare della Fitolux Rosati, difeso dall’avvocato Andrea Morini, ha spiegato che era già sul punto di restituire quel denaro pubblico, sapendo che non sarebbe stato in grado di consegnare il materiale richiesto nei tempi indicati.

Continua a leggere

Le Notizie più lette