Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Inquinamento del Fiume Sarno: denunciati altri due imprenditori che operavano nella Città di Sarno

PUBBLICITA

Pubblicato

il

fiume sarno,inquinamento,roberto lenza,antonio centore


PUBBLICITA

Continuano i controlli ambientali alle aziende che insistono nel bacino idrografico del .

I militari del Noe hanno denunciato due noti imprenditori locali, P.F. 74enne di Sarno e A.F. 33enne di Nocera Inferiore, per ambientale del Rio Foce. L’azienda conserviera, controllata e denunciata, si trova nell’area Pip di Sarno in via Ingegno. All’industria conserviera è stato sequestrato anche l’impianto di depurazione.
Mi complimento con i Carabinieri del comando per la tutela ambientale, con il PM e con il Procuratore Capo di Nocera Inferiore, , per le indagini e l’ottimo risultato a tutela della salute pubblica.
I miei ringraziamenti vanno anche al ministro dell’ambiente Sergio Costa che, costantemente ed insistentemente, mantiene alta come mai l’attenzione sul tema Sarno. È soprattutto grazie a lui se qualcosa si sta muovendo dopo decenni di immobilismo politico. E’ grazie alle sue sollecitazioni che finalmente industriali che sembravano intoccabili ed impuniti, vengono scovati mentre inquinano. L’emergenza ambientale del bacino idrografico del Sarno è un dramma che coinvolge tre province ed un milione di cittadini che hanno il diritto di avere delle risposte dallo Stato. Ben venga dunque il pressing giudiziario e l’attenzione della magistratura sia verso le aziende che non rispettano le norme ambientali, che verso le responsabilità della parte pubblica che non provvede ancora a dotare le città di una rete fognaria adeguata e correttamente allacciata ai depuratori.
Solo con l’impegno sinergico di tutte le istituzioni si potranno dare risoluzioni ed adottare provvedimenti consoni a questo scempio. Non mi stancherò mai di ricordare a tutti che un fiume pulito significherebbe un mare pulito, coste usufruibili e dunque un indotto turistico ricreazionale che potrebbe risolvere tutte le problematiche occupazionali che abbiamo.
Spero che la nuova legge sui reati ambientali, messa a punto dal ministro Sergio Costa arrivi presto in consiglio dei ministri. Il Sarno deve tornare ad essere una risorsa e non più un problema.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

L’attacco di De Luca: ‘Qualche farabutto nega posti in terapia intensiva per non lavorare’

Pubblicato

il

de luca terapia intensiva
Foto di repertorio

L’attacco di De Luca: “Qualche farabutto nega posti in terapia intensiva per non lavorare. Lo abbiamo registrato in queste settimane, useremo il pugno di ferro”.

“C’e’ qualche buontempone che quando arriva la richiesta di terapia intensiva alle otto di sera dice che non ci sono posti liberi perche’ magari poi deve fare la nottata”. Lo ha denunciato, in diretta Fb, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che aggiunge: “Abbiamo il 99% del nostro personale che sta facendo un lavoro immane ma una piccola percentuale di farabutti che cerca di non fare il proprio dovere. Andremo fino in fondo nell’accertare anomalie comportamentali e andremo con il pugno di ferro avanti“.”Abbiamo registrato nel corso di queste settimane che quando arrivano telefonate al 118 per mandare qualcuno in terapia intensiva, e’ capitato che qualcuno abbia risposto dagli ospedali ‘non abbiamo nessun posto libero’.

Siccome – spiega – i posti di terapia intensiva sono governati a dimensione regionale, non ospedale per ospedale, ci e’ capitato di verificare qualche volta che avevamo nella cabina di regia regionale la segnalazione di posti liberi in terapia intensiva, poi ci chiamavano dal 118 e riferivano che dall’ospedale x avevano detto che non c’era un posto libero”.”Questa situazione e’ capitata piu’ volte in orario serale – aggiunge – la sensazione che abbiamo avuto e’ che c’e’ qualche buontempone che quando arriva la richiesta di terapia intensiva alle otto di sera dice che non ci sono posti liberi perche’ magari poi deve fare la nottata. Questa anomalia l’abbiamo registrata negli anni passati in relazione ai posti di pronto soccorso. Quando arrivava qualcuno il sabato pomeriggio non c’erano posti perche’ qualcuno doveva farsi il fine settimana”.

Continua a leggere

Salerno e Provincia

SARNO: bomba carta sventra saracinesca

Pubblicato

il

sarno bomba carta

Un boato ha scosso in serata la quiete dei residenti di Via Laudisio. Un ordigno esplosivo ha divelto la saracinesca di un negozio di alimentari. L’attività, gestita da extracomunitari, è stata parzialmente danneggiata. Sul posto carabinieri e Vigili del fuoco per i rilievi del caso. Gli autori del gesto sarebbero due persone. La coppia in sella a un ciclomotore si sarebbe avvicinata all’attività e avrebbe lanciato l’oggetto esplosivo.

Continua a leggere

Le Notizie più lette