Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

In Campania lotta contro tempo per nuovi posti letto

Pubblicato

il

campania,nuovi posti letto


Con l’aumento dei contagi prosegue in queste ore in il piano di riconversione e di allestimento di nuovi posti per i pazienti Covid.

Attualmente sono 209 i posti disponibili nel territorio dell’Asl Napoli 1 Centro, ma il numero e’ destinato a salire nelle prossime ore. L’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli e’ stato completamente riconvertito in Covid hospital. Entro la prossima settimana saranno disponibili 85 complessivi, di cui 40 nel reparto di degenza ordinaria, 12 in Ginecologia e ostetricia, 6 in Ortopedia, 15 Chirurgia generale, Vascolare, Neurochirurgica, 12 nel reparto di Cardiologia con Utic. Alle 120 unita’ gia’ attive, il Cardarelli ne aggiungera’ nelle prossime ore altri 80, tra subintensiva e degenza ordinaria, grazie alla riconversione parziale della palazzina A. Nei prossimi giorni, inoltre, saranno attivati ulteriori 20 posti al Loreto Mare, gia’ convertito in Covid hospital con la prima ondata della pandemia.

L’Ospedale del mare punta all’attivazione di 72 complessivi, mentre al momento le unita’ di disponibili sono 18, di cui 12 occupate. A queste vanno aggiunte le 84 stanze del Covid Residence, la struttura riservata ai pazienti asintomatici impossibilitati a effettuare l’isolamento presso il proprio domicilio. Tra Monaldi e Cotugno, quest’ultimo centro di riferimento regionale per l’emergenza Coronavirus, nell’ultima settimana sono stati aggiunti ulteriori 32 posti di degenza ordinaria, 16 di terapia subintensiva e 12 di intensiva, oltre a 18 letti per l’emergenza, attivati stanotte. Anche i policlinici universitari si stanno adeguando alle richieste pervenute dall’Unita’ di crisi regionale.

Quello della Federico II, in particolare, ha gia’ all’attivo 96 e, nelle prossime settimane, si punta a raggiungere la quota di 150, come assicurato anche dal neorettore dell’ateneo napoletano, Matteo Lorito. Anche alcune cliniche private potranno accogliere pazienti Covid. Dopo la manifestazione interesse dell’Asl Napoli 1 e le verifiche del caso, sono stati approntati dei reparti destinati a pazienti che necessitano il ricovero in degenza ordinaria. Da oggi sono attivi 40 presso la casa di cura Villa Angela, a Posillipo, e 90 nella clinica Santa Patrizia di Secondigliano. Entro la fine di novembre potra’ accogliere fino a 60 pazienti Covid l’Hermitage, in zona Capodimonte.

Attualità

Covid, oggi 19.350 nuovi positivi in Italia, ma ci sono anche 785 decessi

Pubblicato

il

covid nuovi positivi Italia
foto di repertorio

Covid, oggi 19.350 nuovi positivi in Italia, ma ci sono anche 785 decessi.

“Oggi registriamo 19.350 nuovi positivi. Un numero che ci fa registrare una certa riduzione, ma la situazione è ancora critica. Il numero dei decessi resta ancora alto: sono 785”. Lo ha detto il direttore della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, nel punto stampa settimanale sull’andamento dell’epidemia. “Abbiamo incidenze ancora elevate – ha aggiunto con un Rt che scende. Rispetto al numero di tamponi siamo di poco al di sopra del 10%. Percentuale che tende ad abbassarsi ma ancora abbastanza critica”. Sempre molto alti i decessi: 785. “Purtroppo sappiamo che e’ ultimo indicatore a calare – ha commentato Rezza – e’ naturale che abbiamo una scia cosi’ lunga”.

Prosegue il calo della curva epidemica in Italia, con i nuovi casi di nuovo sotto quota 20mila per la prima volta dal 26 ottobre. I contagi nelle 24 ore sono 19.350 (ieri 16.377) a fronte di 182.100 tamponi effettuati (ieri 130.524) con un calo del rapporto positivi/tamponi pari a 10,62% (ieri era al 12,54%). Torna a salire invece il numero dei decessi, 785 oggi contro i 672 di ieri, 56.361 in tutto. Ancora giu’ le terapie intensive, -81 (-9 ieri), 3.663 in totale, mentre e’ piu’ netto il crollo dei ricoveri ordinari -376 (+308 ieri), e sono 32.811. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Il numero di dimessi o guariti hanno raggiunto quello degli attualmente positivi da coronavirus. Stando ai dati del nuovo bollettino del ministero della Salute gli attualmente positivi oggi in Italia sono 779.945, mentre i guariti sono 784.595, con una differenza di appena 4.650 casi.
Con 4.048 casi, dei nuovi 19.350 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, resta la Lombardia la prima regione per nuovi contagi. La seconda regione è il Veneto, 2535, poi il Lazio con 1669, la Puglia, 1659, il Piemonte, 1617, l’Emilia Romagna 1417, la Sicilia, 1399, e la , con 1113. Tutte le altre regioni hanno meno di mille nuovi casi. E’ quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute-Iss. La regione con il minor numero di nuovi casi è la Valle d’Aosta con 25.

Le Notizie più lette