Aggiornato -

16 Agosto 2022 - 23:46

Aggiornato -

martedì 16 Agosto 2022 - 23:46
HomeCampaniaNapoli e ProvinciaGiocavano alle slot machine nonostante i divieti: multe e chiusure a Casandrino

Giocavano alle slot machine nonostante i divieti: multe e chiusure a Casandrino

Casandrino: Carabinieri impegnati nei controlli anti-covid e nella lotta alla criminalità diffusa. In un locale slot machines illegali e clienti. Sanzioni per tutti. 1 arresto, invece, dopo un rocambolesco inseguimento.   I carabinieri della Stazione […]
google news
foto di sala stampa carabinieri napoli

Casandrino: Carabinieri impegnati nei controlli anti-covid e nella lotta alla criminalità diffusa. In un locale slot machines illegali e clienti. Sanzioni per tutti. 1 arresto, invece, dopo un rocambolesco inseguimento.

 

I carabinieri della Stazione di Grumo Nevano – nell’ambito dei servizi di controllo del rispetto alle norme per il contenimento dell’epidemia – hanno controllato un bar di Casandrino. Sanzionata la titolare poiché all’interno dell’esercizio sono stati trovati 6 clienti – anche loro multati – intenti a consumare bevande.

Durante il controlli i militari dell’Arma hanno svolto accertamenti più approfonditi. Rinvenuti e sequestrati in una sala accanto al locale 5 apparecchi elettronici (delle slot machines) perfettamente funzionanti ma privi di autorizzazione dei Monopoli di Stato: altra sanzione per la donna, quasi 55mila euro.

Sempre nel locale sono stati trovati e sequestrati ben 200 pacchetti di sigarette che le donna aveva in vendita senza però essere in possesso dell’apposito patentino abilitativo.
Controlli anti-covid ma anche contrasto all’illegalità diffusa.
I carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione Raffaele Piscopo, 19enne di Arzano, già noto alle forze dell’ordine. I militari – nel percorrere via Milo di Casandrino – hanno notato un’utilitaria con 2 persone a bordo e gli hanno intimato l’alt. Per tutta risposta, anziché fermarsi, hanno aumentato la velocità. Ne è nato un inseguimento che si è concluso in via Fermi di Melito.
L’auto con a bordo i 2 ha prima tamponato un’altra auto – con all’interno una cittadina che era alla guida – per poi impattare violentemente su altre due automobili parcheggiate ai lati della strada. I fuggitivi non si sono arresi e si sono dati alla fuga a piedi. I carabinieri sono riusciti a bloccare Piscopo.
L’auto utilizzata per la fuga era stata rubata qualche settimana prima ad Aversa. La donna fortunatamente se l’è cavata con qualche lieve escoriazione. L’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.
Sono in corso indagini per identificare il complice fuggito.

Redazione Cronache
Redazione Cronachehttps://www.cronachedellacampania.it
Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Ischitella, cerca di salvare i figli e annega con quello di 6 anni

La tragedia sulla spiaggia di Ischitella a Castel Volturno. Muore un uomo originario del Ghana e il figlio di sei anni. In salvo gli altri due di 13 e 10 anni

Superenalotto, jackpot ancora più in alto: 255,8 milioni di euro. TUTTE LE QUOTE

Nessun 6 né 5+1 al concorso odierno del Superenalotto, mentre in 18 hanno centrato il 5 portandosi a casa rispettivamente 13.409,83. Il jackpot stimato...

Mergellina, tenta di rubare a bordo di un’imbarcazione: fermato

Sabato mattina gli agenti del Commissariato San Ferdinando, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via...

Afragola, ritrovato dopo fuga dall’ospedale clochard 53enne aggredito da due ragazze che volevano dargli fuoco

Afragola. “E’ stato ritrovato proprio nel Rione Gescal di Afragola il clochard tunisino al quale due ragazze, secondo quanto denunciato dalla stessa vittima, avrebbero...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita