Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Elezioni Ordine dei Medici Chirurghi di Napoli, la Lista Ordinatamente: ‘Il voto in presenza è un rischio’

Pubblicato

il

elezioni,ordine dei medici chirurghi di napoli


”È, anzi, nostro punto programmatico istituire,  una giornata che ricordi i medici caduti nel corso di questa pandemia e di tutte le emergenze sanitarie che si sono succedute nel corso degli anni, perché diventino sempre più modello e riferimento delle future generazioni di sanitari e cittadini coscienti, e si eviti di fare scelte così scellerate”

Ancora nessuna risposta all’appello lanciato dai medici che si riconoscono nell’associazione Ordinatamente, presente con una propria lista alle per il rinnovo delle cariche del consiglio dell’ di , di svolgere le in modalità On-Line
Una richiesta, quella avanzata dai medici dell’associazione, resa ancora più forte all’indomani delle affermazioni del dottor Bruno Zuccarelli, vice-presidente dell’ di . Zuccarelli ha dichiarato “Siamo al collasso, in difficoltà sia per i ricoveri che nelle prima e seconda assistenza.  <<Se non abbiamo atteggiamento responsabile verremo travolti>> “Parole pesanti, ma giustissime, quelle pronunciate dal dottor Bruno Zuccarelli.
Ordinatamente condivide e sottoscrive il pensiero del collega, ma fa notare che stona, però, con le azioni messe in atto come vice-presidente dell’Ordine.
Difatti,  più volte abbiamo richiesto di svolgere le prossime per il rinnovo del consiglio dell’ordine non in presenza ma per via telematica.  Come è già avvenuto per le all’Enpam e come auspicato da tutte le istituzioni che tanto si stanno prodigando per combattere la diffusione della malattia da Covid.
Purtroppo a tale richiesta di buon senso, che rientra nel comportamento assunto sino ad ora dai medici tutti, non c’è stata alcuna risposta positiva dai vertici ordinistici.
Anzi c’è stata la convocazione dei comizi elettorali in presenza! Tutto questo ha, nei fatti, provato l’unica cosa che non avremmo voluto: una spaccatura tra i medici!
Siamo certi che esistano tutte le condizioni per ricucire una spiacevole situazione che lede la rappresentanza medica e mette in pericolo operatori e pazienti. Siamo altresì convinti che la decisione di non curarsi della tragica situazione sanitaria sia frutto di un momento di disattenzione che sarà e dovrà essere recuperato nel più breve tempo possibile.
Per quanto riguarda la mancanza di << risorse umane e qualificate, almeno 400 anestesisti o pneuomologi- così come evidenziato da Zuccarelli che ha aggiunto – l’emergenza va affrontata con serietà e fermezza. Medici e infermieri non ce la fanno da soli>>.
Altre sacrosante parole, che continuano ad essere contraddette da azioni e scelte che vanno in tutt’altra direzione vista la sua carica.
Rabbrividiamo all’idea che anche un solo medico dovesse risultare positivo a seguito delle elezioni, l’intero comparto della sanità napoletana potrebbe costringere gli stessi a restare a casa, sguarnendo il campo in un momento che non è possibile lasciare i pazienti da soli. I medici, siamo certi, non possono, per nessun motivo, volere questo. Attendiamo fiduciosi gli atti consequenziali.
La pandemia ha dato ai medici un ruolo fondamentale nella società ma anche un esposizione ai rischi più alti, come dimostra l’altissimo livello di perdita di vite umane tra gli operatori della sanità, siano essi medici, infermieri o odontoiatri. La nostra associazione è nata con lo spirito di fare comunità, con volti, professionalità ed esperienze  dalle idee chiare.
In questa cornice e nello spirito unitario che l’intera categoria medica deve ritrovare, che chiediamo, ancora una volta, di svolgere questa tornata elettorale in modalità on line. Per garantire la salute dei medici già troppo esposti a rischi insopportabili, per garantire alla popolazione una forza che ne protegge la salute, per rispettare e dare valori ai sacrifici che tutti siamo chiamati a fare.”
Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Elezioni Comunali: a Salerno, 4 liste con candidato sindaco M5S

Pubblicato

il

salerno candidato sindaco m5s

Sono gia’ pronte quattro liste che si misureranno alle amministrative di Salerno della primavera del prossimo anno con il candidato sindaco del Movimento Cinquestelle. I nomi dei componenti, al momento, restano top secret, ma non si esclude che il candidato sindaco possa essere un parlamentare pentastellato. Il Movimento prova a giocare d’anticipo con programmi gia’ predisposti per strappare la guida del capoluogo di provincia campano, considerato fortino del governatore Vincenzo De Luca, alla coalizione di centrosinistra e all’attuale sindaco Vincenzo che, nei giorni scorsi, non ha escluso una propria ricandidatura. Accanto alla lista del Movimento, che comprendera’ attivisti e persone che hanno gia’ fatto un percorso al suo interno, nella coalizione grillina, ce ne sono altre tre che hanno raggiunto gia’ un numero minimo di candidati: Liberiamo Salerno, Salerno Bene Comune e Salerno 4.0. E sono state presentate, stamane, nel corso di una conferenza stampa online dai portavoce Angelo Tofalo, Nicola Provenza e Andrea Cioffi. “Sono emozionato – dice il sottosegretario Tofalo – perche’, per dieci anni, il Movimento Cinque Stelle, per le sue regolette, era costretto ad andare da solo e, spesso, avevamo richieste di persone che volevano metterci la faccia, volevano partecipare, ma i posti erano limitati. Ora, da mesi, abbiamo cercato di aggregare sempre piu’ persone su battaglie civiche e su tante altre progettualita’”.

Quanto alle liste, spiega che Salerno 4.0, al suo interno, “vede insieme societa’ civile, tecnici, professionisti, qualche docente, imprenditori del tessuto salernitano”; in Liberiamo Salerno “ci sono persone che erano li’ ad attendere qualcosa di nuovo, che avevano voglia di partecipare e che, magari, non avevano avuto mai il coraggio di metterci la faccia, e oggi stanno emergendo”; Salerno Bene Comune, invece, “e’ quella lista che caratterizza un percorso di chi ha fatto battaglie sul territorio per l’acqua pubblica, mobilita’, eccetera”. “L’obiettivo – rimarca il componente dell’Esecutivo – e’ uscire da una narrativa stanca e obsoleta che ascoltiamo da oltre vent’anni a Salerno e far capire che c’e’ la possibilita’ di realizzare concretamente un progetto nuovo”. Le amministrative di Salerno saranno un momento di “rinascita e di cambio di registro importante”, dice. Per Provenza, “c’e’ la possibilita’ che il M5s possa creare le condizioni, questa volta a Salerno, per un patto civico ampio, largo che possa tenere dentro tutte le forze salernitane che vogliano mirare a degli obiettivi”. Ricordando la campagna elettorale del 2011 che “fu entusiasmante”, Cioffi sottolinea che “dopo dieci anni abbiamo ancora quell’entusiasmo di volere provare ad avere un qualcosa che non sia l’uomo solo al comando che e’ antitetico rispetto alla concezione mentale, culturale, programmatica del Movimento Cinque Stelle”.

Continua a leggere

Attualità

Consegnata nuova bici speciale a bambino disabile dopo il furto a Castelvolturno

Pubblicato

il

castel volturno bici speciale

Consegnata nuova bici speciale a bambino disabile dopo furto a Castelvolturno. Borrelli e Simioli: “Una bella storia di solidarietà a lieto fine. Non lasceremo mai che a vincere siano delinquenti senza scrupoli e morale”. Mario Schiano: “Bici mezzo più sociale che esista. Appena sarà possibile faremo pedalata insieme a Paki”

“Una bella storia di solidarietà a lieto fine quella che si è compiuta con la consegna di una bici speciale a Paki, il bambino disabile al quale lo scorso 3 ottobre avevano rubato la bicicletta a Castelvolturno. Un gesto criminale scellerato e amorale che non abbiamo voluto far passare sotto silenzio e di fronte al quale la comunità doveva reagire. E questa reazione c’è stata grazie alla disponibilità di un imprenditore, Mario Schiano, che ha messo a disposizione la sua azienda storica per restituire una bici nuova di zecca al nostro Paki. Non lasceremo mai che a vincere siano questi delinquenti senza scrupoli e continueremo nella nostra battaglia per dimostrare che la forza della solidarietà, dell’onesta e del senso civico, alla fine avrà sempre la meglio su quella della violenza e del crimine”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, e del conduttore radiofonico Gianni Simioli che, all’indomani del furto, hanno lanciato l’appello dai microfoni de La Radiazza per aiutare il piccolo Paki.

“Abbiamo realizzato una bici speciale perché il bambino ha esigenze speciali – ha commentato Mario Schiano titolare della storica azienda di Frattaminore che dal 1923 realizza biciclette. Con tre ruote per avere un piano di appoggio comodo, una seduta sul modello di una poltroncina e alloggi particolari per favorire la spinta sui pedali. I tempi di preparazione sono stati un po’ più lunghi del solito perchè tra zone rosse e limiti Covid da rispettare è stata più dura del solito. Ma siamo riusciti a consegnarla in un mese Co a Paki. Adesso aspettiamo solo l’opportunità di fare una bella pedalata insieme appena sarà possibile con tanti altri bambini. Un impegno sociale che si aggiunge a quello sportivo. Tutti i bambini hanno passione per la bicicletta che resta il mezzo più sociale che esista”

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette