Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

Ecco tutti i divieti della zona rossa in Campania e i negozi aperti

Pubblicato

il

campania,zona rossa,divieti


Ecco tutti i divieti per la zona rossa e per la Campania a partire da domenica prossima.

 

Spostamenti. È vietato qualsiasi spostamento (anche all’interno del proprio comune) se non per motivi di lavoro, urgenza o necessità. Per circolare serve l’autocertificazione, da consegnare in caso di controllo. Rimane comunque permesso svolgere attività fisica esclusivamente all’aperto (corsa, bicicletta) e attività motoria (passeggiata) in forma individuale e in prossimità della propria abitazione e mantenendo il distanziamento di sicurezza di almeno 2 metri.

Negozi e attività commerciali. Bar, ristoranti e pasticcerie possono lavorare solo con il servizio di asporto (fino alle 22.00) e con la consegna a domicilio, chiusi teatri, musei, mostre, centri benessere, estetisti, palestre, piscine e centri sportivi. Tra le attività aperte perché considerate di prima necessità vi sono invece, oltre a supermercati e farmacie, barbieri, parrucchieri, edicole, librerie e cartolibrerie, negozi di computer, elettronica ed elettrodomestici, di articoli sportivi e biciclette, concessionarie di auto e moto, i negozi che vendono prodotti per la pulizia della casa e per la cura della persona – lavanderie e tintorie -, le ferramenta, i fioristi e i vivai, i negozi di animali, ed i negozi di giocattoli e vestiti per bambini, pompe funebri.

In tutta Italia nel weekend rimangono chiusi i centri commerciali e le medie e grandi strutture di vendita. Per i commercianti è poi obbligatorio esporre all’esterno dei propri esercizi un cartello con il numero massimo di persone consentite all’interno.

Regole comuni a tutte le zone. Divieto di assembramento, obbligo di portare con sé la mascherina e di indossarla anche all’aperto. Si può evitare di usarla in luogo chiuso che all’aperto, nei casi in cui, per le caratteristiche del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.

Nella zona rossa sono sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzate dagli enti di promozione sportiva

In Campania verrà applicata la didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Garantite le funzioni religiose con la partecipazione di persone, che si dovranno svolgere nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, anche quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.

Continua a leggere
Pubblicità

Primo Piano

Addetto alla sala mortuaria dell’ospedale di Ariano Irpino trovato morto in casa

Pubblicato

il

sala mortuaria,ariano irpino
foto di repertorio

Addetto alla sala mortuaria dell’ospedale Sant’Ottone Frangipane trovato cadavere in casa: salma sotto sequestro in obitorio, indagini in corso.

L’hanno trovato privo di vita in casa, riverso sul pavimento con il suo cane disperato e impaurito accanto a lui. La tragedia in via Adinolfi, zona centralissima della città ad Ariano Irpino. Antonio Zerella, 56 anni dipendente dell’ospedale Sant’Ottone Frangipane, in servizio nella sala mortuaria e portineria sarebbe stato colto da malore, in casa. E’ stata sua sorella, l’ultima che lo ha sentito al telefono a notare che qualcosa non andava.

Ha allertato lei i soccorsi pur essendo stata rassicurata in un primo momento dal fratello. Non voleva dare fastidio a nessuno: “Non chiamare l’ambulanza poi vediamo nel pomeriggio – le avrebbe detto.” Ma dopo queste parole Antonio non ha risposto più al telefono.

A fare la triste scoperta è stato il maresciallo della polizia municipale Alessandro Rossi. E’ stato lui ad entrare per primo nell’appartamento, facendo irruzione da un balcone laterale mediante una scala.

Sul posto insieme alla polizia municipale i sanitari del 118, i vigili del fuoco di Ariano e Grottaminarda, il sovrintendente della polizia municipale Luigi Pietrolà insieme all’agente Fabrizio Coppola e il medico legale Carmela Giordano incaricato dalla procura di Benevento. Indagini in corso. Salma sotto sequestro, trasportata in obitorio e sottoposta a tampone post mortem.

 Gustavo Gentile

Continua a leggere

Le Notizie più lette