Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Attualità

Arrestato per violenza sessuale il fondatore di Facile.it

Pubblicità'

Pubblicato

il

facile.it,alberto genovese,arrestato per violenza sessuale


Pubblicità'

Violenza sessuale: arrestato Genovese, fondatore Facile.it.

Il fondatore di Facile.it, Alberto Genovese, 43 anni, e’ stato fermato a Milano con le accuse di violenza sessuale, spaccio di droga e sequestro di persona. L’arresto e’ scattato ieri sera alle 23.30 circa, quando l’imprenditore e’ stato bloccato, dopo la denuncia della vittima, una ragazza di 18 anni. Secondo quanto ricostruito, i fatti si sarebbero verificati il 10 ottobre, quando la giovane donna si trovava in casa dell’imprenditore per una festa a base di alcol e droga.

Le indagini sono state condotte dai poliziotti della 4^ Sezione della Squadra Mobile di Milano e sono state avviate a seguito del ricovero di una giovane 18enne, ricorsa alle cure mediche per una violenza sessuale. Gli accertamenti hanno permesso di ricostruire che durante una festa organizzata dall’uomo, la giovane sarebbe stata costretta a subire ripetuti rapporti sessuali e ad assumere cocaina e ketamina. Le indagini hanno poi consentito di sequestrare sostanze dello stesso tipo trovate sia nell’appartamento dove si erano verificati i fatti sia nell’abitazione dove l’uomo è stato rintracciato ieri notte. L’appartamento dove si erano svolti i fatti è stato sottoposto a sequestro su ordine dell’Autorità Giudiziaria e all’interno sono state scoperte evidenti tracce a riscontro di quanto denunciato dalla vittima. L’uomo, alla luce dei gravi reati contestati e del pericolo di fuga è stato, quindi, sottoposto a fermo del pubblico ministero.

Sentendo la pressione della polizia voleva fuggire all’estero tanto da essersi recato all’ufficio Passaporti (l’altro ieri) per farsi rilasciare il documento. E quindi anche per il concreto pericolo di fuga che è stato arrestato Secondo gli investigatori della squadra Mobile coordinati dalla pm Rosaria Stagnaro e dall’Aggiunto, Maria Letizia Mannella, in una conversazione telefonica con la madre avrebbe addirittura detto di avere intenzione di partire per Amsterdam per poi spostarsi in Sudamerica. Ha poi anche affermato di avere a disposizione un jet privato con tanto di pilota e dunque di non avere problemi negli spostamenti.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Furto in Croazia: rilasciati poliziotti e carabiniere napoletani fermati ieri

Pubblicato

il

croazia
foto di repertorio

Sono stati rilasciati i due poliziotti e il carabiniere arrestati l’altro ieri sera dalla Polizia Croata al confine tra la Croazia e la Slovenia.

Lo rende noto l’avvocato Maurizio Capozzo, legale dei due agenti, che ha ricevuto una telefonata dal consolato italiano di Fiume. I tre rappresentanti delle forze dell’ordine italiane erano stati bloccati con l’accusa di furto, insieme con altri tre connazionali.
Secondo quanto si e’ appreso sono invece rimasti in carcere gli altri tre italiani coinvolti nell’indagine dell’autorita’ giudiziaria croata, scattata dopo la denuncia presentata da un imprenditore italiano che ha dichiarato di essere stato minacciato e derubato dai suoi connazionali. I due poliziotti e il carabiniere, rimessi in liberta’ poco fa, sono ora in procinto di oltrepassare il confine alla volta dell’Italia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Poliziotti e carabiniere napoletani arrestati: sono stati denunciati da un imprenditore a cui facevano la scorta

Pubblicità'

Le Notizie più lette