Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Musica

Musica. Torna Antunzmask con la psichedelia di ‘Valentina’

Pubblicato

il

Antunzmask


Con un occhio rivolto ai Pink Floyd di Syd Barrett, torna Antunzmask con la psichedelia di Valentina.
“Una canzoncina spensierata ed orecchiabile per questo momento così delicato per gli esseri umani. In un periodo cupo quale questo 2020 penso ci sia bisogno di armonia”

 

 

 

 

Dopo gli album “Zero programmi in questione”, “Al mostro” e l’omonimo “Antunzmask”, dopo l’EP “Canzoni detESTATE”, il singolo “Autodistruzione costruttiva” e la riproposizione per intero del capolavoro floydiano “The Piper at the Gates of Dawn”, torna il cantautore psichedelico Antunzmask con un nuovo brano, “Valentina”, un ritorno a un sound più intimo, dopo le distorsioni stoner dei suoi ultimi lavori.

Ascolta il brano: https://open.spotify.com/album/6xqFPfttLD8Ixofjntso3e?si=WpUQqM34SPSFsCOceAyBPw&_branch_match_id=858710496526509111

«Negli ultimi anni il mio percorso è stato sempre più confusamente bizzarro e sperimentale. Direi che il caos primordiale mi abbia riportato in una dimensione musicalmente più (im)matura ed eterea, quasi un ritorno alle atmosfere acustiche delle mie prime canzoni. La cosa è dovuta in parte anche alla difficoltà nel trovare una band fissa con cui suonare le mie canzoni. Quindi, anche questa volta, me la sono cantata e suonata da solo, come sempre e come è giusto che sia».

“Valentina” è un brano che pesca a piene mani dai Pink Floyd di Syd Barrett, in particolare nell’uso del pianoforte, molto vicino alle linee a cui Richard Wright ha abituato i fan della band.

«Non mi sono mai sentito legato a un genere particolare. Non ho mai voluto fare un album “come quello di…” o “ispirarmi principalmente alla musica di…”. In generale, mi sento perennemente vicino ai Beatles, a Kevin Ayers, a Syd Barrett, ai Velvet Underground, ma è seriamente difficile, se non addirittura illegale, fare un paragone tra me e loro. I paragoni sminuiscono le cose. Un’opera deve essere unica e a sé».

Dopo anni di autoproduzione, “Valentina” sancisce la nascita della collaborazione fra Antunzmask e Fuffa Recordz.

«Come tutte le cose che faccio, la collaborazione con la Fuffa Recordz è nata per caso. Mi fu suggerito di proporre loro il mio materiale: l’ho fatto e gli è piaciuto. Così mi hanno inserito nella loro famiglia. Come dice il detto “se son rose fioriranno, se son cachi (…)”».

“Valentina” anticipa l’uscita del prossimo album di Antunzmask, “Metamorfopsia”, registrato interamente dall’autore e masterizzato da Giulio Santaniello presso La Cripta.

«Come ho svelato sui miei canali social, il mio prossimo album, il quarto, si intitolerà “Metamorfopsia”. Sarà un disco contornato da atmosfere prevalentemente “acusticoniriche”. L’ho registrato in pieno lockdown, chiuso nell’appartamento dove vivevo, a Roma. È il primo disco che registro fuori casa, e sarà il mio primo disco ad essere distribuito sulle varie piattaforme virtuali da un’etichetta indipendente, la Fuffa Recordz di Milano. La masterizzazione dei brani è stata invece eseguita presso La Cripta (Campomanfoli, in provincia di Salerno) per mano del mio amico, fratello e collega da una vita Giulio Santaniello».

Segui su Fb: https://www.facebook.com/antunzmaskmusic/

 

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2017/09/roger-waters-lex-pink-floyd-mostro-sacro-ritorna-italia/

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

Femmina, il nuovo singolo è “Vienimi a prendere”

Pubblicato

il

femmina

Dal 27 novembre sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “VIENIMI A PRENDERE” (Jadda Music/Believe Distribuzione), il nuovo singolo di FEMMINA.

“VIENIMI A PRENDERE”, nuovo brano di FEMMINA, racconta di una relazione d’amore caduta nella monotonia e nella noia e del tentativo da parte della donna di provocare reazioni con giochi di seduzione e gelosia. Lei stessa si accorgerà che a nulla servono i giochi, perché a volte basta solo guardarsi per ritrovarsi.
Spiega l’artista a proposito del suo nuovo inedito: «Chi almeno una volta non ha detto a qualcuno “Vienimi a prendere”? A me succede tutte le volte in cui mi sento fuori posto o quando mi manca qualcuno. Spero possa diventare un invito in musica e spero di essere riuscita a raccontare una storia comune a molte donne».
Il videoclip ufficiale del brano, diretto da Daniele Pignatelli, narra e mostra la giornata tipica di una ragazza che balla da sola, si diverte e si emoziona, in attesa di quella persona. Femmina è la sola protagonista della sequenza di immagini e, non vedendo giungere la figura tanto attesa, si arma di una presenza scenica che sembra bastare e bastarsi.

Biografia

Giorgia Faraone, in arte FEMMINA, nasce a Galatina (Lecce) il 29 novembre 1992. Da sempre appassionata di musica afroamericana, si diploma in canto Jazz presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce. Dal 2014 si esibisce in festival e rassegne internazionali, tra i quali open act Paolo Fresu per Locomotive Jazz Festival, open act Jojo Mayer, open act Gegè Telesforo per “Summer Jazz week” , “Bologna la strada del Jazz” con un tributo a Ella Fitzgerald, “Festival Jazz Area Metropolitana di Bologna”, e tanti altri.Nel 2017 si esibisce in apertura al concerto di Manu Chao insieme alla band salentina “Vudz” e nello stesso anno si diploma nella classe di Autori presso il Centro Europeo di Tuscolano – SCUOLA DI MOGOL.Ha collaborato con artisti e musicisti di fama internazionale, tra i quali Teo Ciavarella, storico pianista di Lucio Dalla, il cantante Neffa.Nell’estate 2020 sale sul palco di Deejay On Stage con il suo primo inedito “Panico”, edito per l’etichetta bolognese Jadda.
Il nuovo singolo di Femmina dal titolo “Vienimi a prendere” sarà disponibile in radio e in digitale dal 27 novembre.

Continua a leggere

Calcio

Il ricordo di Loredana Bertè per Maradona: ‘Giocavamo a calcio Balilla a casa mia’

Pubblicato

il

maradona bertè

Dal mondo della musica arriva anche il ricordo di Loredana Bertè per la “mano de dios” Diego Armando Maradona

“Con Maradona giocavamo a calcio Balilla a casa mia e poi ho anche cantato per il primo scudetto del Napoli”.

La cantante ha così ricordato il campione scomparso, prima dell’avvio della conferenza stampa del nuovo ‘The voice senior’ di Raiuno. Anche gli altri giudici del programma (Clementino, Al Bano con sua figlia Jasmine e Gigi D’Alessio) in collegamento hanno ricordato confidenzialmente el pibe de oro.

Clementino ha intonato, accompagnandosi con la chitarra, ‘Oh mamma mamma mamma, sai perché mi atte il corazon? Ho visto Maradona, ho visto Maradona…’, D’Alessio, chiuso nel suo dolore, ha detto soltanto: “Lasciamo stare, eravamo molto amici”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette