Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Al Cardarelli niente tac per una donna down e si ipotizza che sia stata legata al letto

Pubblicato

il

cardarelli donna down


, niente tac per una down e si ipotizza che sia stata legata al letto. Borrelli: “Avviata un’interrogazione per la direzione ospedaliera. Bisogna chiarire la vicenda. Fatto grave se fosse confermato.”

Dalle pagine de ll Mattino viene denunciato un possibile altro caso dii malasanità. Questa volta ad esserne protagonista è Eliana una di 42 affetta da sindrome di down.

Eliana che lo scorso 16 ottobre ha contratto  il covid ha avuto problemi di deglutizione per  questo i suoi familiari l’hanno portata al dove avrebbe dovuto essere sottoposta ad una Tac che però non è stato possibile effettuare . “Esame non eseguito in relazione ad agitazione psicomotoria incontenibile”- è scritto sul referto della Tac.

Eliana viene quindi trasferita in una clinica di Santa Maria Capua a Vetere dove i familiari scoprono sulle braccia della delle abrasioni e dei lividi che secondo loro sono segni assimilabili a corde o lacci usati per immobilizzarla al letto.

La direzione del ha avviato a tal proposito un’indagine interna.

“Abbiamo avviato un’interrogazione regionale per la direzione ospedaliera del Cardarelli per conoscere in modo preciso  come è stata gestita la paziente e per chiedere di procedere celermente nelle indagini interne. Se ciò che è stato denunciato risultasse veritiero si tratterebbe allora di una vicenda gravissima. Ora attendiamo che la faccenda venga chiarita.” – sono le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli

 


PUBBLICITA

Cronaca

Why Not, de Magistris condannato in sede civile per diffamazione

Pubblicato

il

why not de magistris condannato

Why Not, de Magistris condannato in sede civile per diffamazione.

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ex pm di Catanzaro, è stato condannato per diffamazione in sede civile dalla Corte d’Appello di Catanzaro. De Magistris era stato querelato dall’ex Gup distrettuale di Catanzaro, Abgail Mellace, e da suo marito, l’avvocato e imprenditore Maurizio Mottola d’Amato. L’ex pm di Catanzaro, la cui nota inchiesta “Why Not?” era stata svuotata di valenza probatoria proprio dal Gup Mellace, aveva infatti riportato sul suo blog due articoli contenenti frasi ritenute dai querelanti diffamatorie in quanto “false e parziali” e che riguardavano, fra l’altro, il coinvolgimento di Mottola, amministratore della società Impremed, nell’inchiesta “Splendor” condotta proprio a de Magistris.

Secondo Mottola, de Magistris, ad esempio, avrebbe omesso di riferire “l’esito” della vicenda processuale utilizzando espressioni “denigratorie e lesive della sua reputazione”. Il querelante, inoltre, ha precisato che l’ex pm non aveva nemmeno menzionato il fatto che la richiesta di misura cautelare era stata respinta dal Gip e che il processo, celebrato con rito abbreviato, si era concluso con l’assoluzione con formula piena. (Lro/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 23-NOV-20 20:43 NNNN

Continua a leggere

Le Notizie più lette