Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Castellammare di Stabia

A Castellammare altri 74 contagiati: ci sono anche un bimbo di 1 anno, uno di 7 e altri 5 minorenni

Pubblicato

il

A Castellammare altri 74 contagiati


Dopo un weekend all’insegna di nuove restrizioni, con il lungomare chiuso ma i bar presi d’assalto, la citta’ di Castellammare di Stabia si ritrova con altri 74 cittadini e tra questi ci sono sono anche giovanissimi: due di 1 anno, oltre ad un ragazzo di 7 anni, uno di 9 anni, uno di 10, uno di 12, e due adolescenti di 15 e di 17 anni.

 

Infine, il sindaco, , che da una settimana invoca l’istituzione della zona rossa, segnala tra i una donna di 56 anni, che presenta sintomi severi. Gli attuali sono ben 935 e non si conosce il numero delle persone in isolamento. Una situazione veramente drammatica.

“Purtroppo oggi, dopo i dati incoraggianti del fine settimana,- scrive Cimmino sulla sua pagina facebook.- registriamo ulteriori 74 casi di cittadini stabiesi al coronavirus (Covid-19). I nuovi ci sono stati comunicati poco fa dall’Asl Na 3 Sud e dalla Regione Campania. Complessivamente sono 28, invece, le persone dichiarate guarite dalle autorità sanitarie.
In totale il numero dei tamponi lavorati nelle ultime ore è di 465. 39 cittadini dei 74 nuovi positivi sono fortunatamente asintomatici. A tutti loro va il mio augurio di guarire presto dal coronavirus. Giorno dopo giorno molti stabiesi escono finalmente dall’incubo del Covid ma sono ancora troppi i nuovi casi che registriamo ogni giorno. Invito tutta la città a dare un grosso augurio alla nostra concittadina affinché presto possa guarire completamente!”.

Continua a leggere
Pubblicità

Castellammare di Stabia

Covid, Fincantieri lancia il progetto pilota screening a Castellammare

Pubblicato

il

Pubblicità'

fincantieri
Foto da Google
Pubblicità'

La Fincantieri di Castellammare di Stabia si fa protagonista di un “progetto pilota” per lo screening con test rapido per l’individuazione di lavoratori in azienda che hanno contratto il Covid-19.

Lo screening sara’ condotto sui dipendenti e le tute blu dell’indotto, fino al prossimo 31 gennaio 2021. A cadenza settimanale, saranno effettuati 50 prelievi che interesseranno una platea di 1.220 lavoratori: 570 dipendenti diretti e 650 dell’indotto Fincantieri. La societa’ di Trieste ha firmato oggi un protocollo d’intesa con l’Unione degli Industriali di Napoli e con l’Asl Napoli 3 Sud, competente per territorio, in base al quale i dipendenti del cantiere navale di Castellammare di Stabia saranno sottoposti – su base volontaria – ai test rapidi, per rilevare eventuali casi di positivita’ anche asintomatici e scongiurare il propagarsi della pandemia negli ambienti di lavoro. E

ventuali positivita’ indurranno poi l’azienda a sottoporre i soggetti interessati a ulteriori approfondimenti con un tampone Rna. Per il lavoratore che risultera’ positivo al Covid-19, scatteranno le norme di prevenzione e di isolamento sanitario previste. L’attestazione di fine quarantena e di fine isolamento domiciliare fiduciario sara’ attestata dalla Asl Napoli 3 Sud secondo il criterio epidemiologico. La sede di effettuazione dei test rapidi sara’ resa disponibile dalla Fincantieri, all’interno del perimetro dello stabilimento. Il personale infermieristico specializzato sara’ fornito dall’Asl Napoli 3 Sud.

I tamponi saranno processati dai laboratori privati accreditati autorizzati ad effettuare test molecolari per SARS CoV-2 che operano secondo le indicazioni regionali. A cadenza settimanale, saranno effettuati 50 prelievi che interesseranno una platea di 1.220 lavoratori: 570 dipendenti diretti e 650 dell’indotto Fincantieri. Hanno firmato il protocollo d’intesa il direttore dello stabilimento di Castellammare di Stabia, Gilberto Tobaldi, il direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto, e per l’Unione degli Industriali di Napoli, Michele Lignola.

Le Notizie più lette