Whirlpool, de Magistris spegne le luci: citta’ in lutto

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Abbiamo spento le luci perche’ la citta’ e’ in lutto”. Lo ha detto il sindaco su Napoli, Luigi de Magistris, parlando in una piazza Municipio completamente al buio in segno di solidarieta’ ai lavoratori Whirlpool di via Argine.

Una chiusura che – ha affermato il sindaco – “non era ammissibile in line generale e ancor piu’ in questo momento di pandemia. E’ inammissibile non si possa portare a casa con successo una battaglia che e’ di tutta la citta’, che i lavoratori hanno portato avanti con grande dignita’. Stiamo parlando – ha ricordato – di 400 dipendenti, 400 famiglie e 1000 dell’indotto”. “Si e’ appena concluso un incontro sull’emergenza dello stabilimento napoletano della Whirlpool tra il Partito Democratico di Napoli, la segreteria nazionale del PD, rappresentata dal coordinatore nazionale dell’Iniziativa politica Nicola Oddati e dal responsabile Lavoro Marco Miccoli, il responsabile del dipartimento Crisi industriali, Carlo Guccione, l’assessore regionale Armida Filippelli e il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano”. Lo annuncia un comunicato.

“Siamo tutti estremamente preoccupati per quanto sta avvenendo – dichiara Marco Sarracino, segretario metropolitano del PD Napoli – Il PD chiede innanzitutto alla Regione Campania e al governo nazionale di individuare nel piu’ breve tempo possibile gli strumenti per garantire una copertura economica ai redditi dei lavoratori che da domani affronteranno la chiusura dello stabilimento per una scelta incomprensibile del board americano. E’ bene ricordare che la chiusura non e’ dovuta ad una crisi del settore o dello stabilimento, ma ad una scelta unilaterale della proprieta’, alla quale sia il governo che la Regione Campania hanno avanzato molte ipotesi di soluzione e offerto strumenti di sostegno. Occorre in ogni caso assicurare uno sbocco produttivo e una soluzione rapida per dare continuita’ al presidio di Napoli. E’ impensabile – conclude Sarracino – abbandonare 350 famiglie, specie in un periodo di crisi economica e sociale come questo, e depauperare il tessuto industriale e produttivo di Napoli e del Mezzogiorno”.






LEGGI ANCHE

Lite tra ragazzi a Calvizzano: accoltellato 17enne

Un giovane di 17 anni ferito durante una lite a Calvizzano, provincia di Napoli. Gli agenti del Commissariato di Giugliano sono intervenuti nella serata di ieri all'ospedale san Giuliano dopo la segnalazione dei medici del pronto soccorso per un giovane ferito da arma da taglio. Il ragazzo non è in pericolo di vita e si sospetta che la lite sia stata causata da motivi futili. Altri due giovani sono stati feriti ma sono stati dimessi con...

Casarin: “Gli arbitri sono confusi, le regole cambiano troppo spesso”

L'ex arbitro e designatore Paolo Casarin, attuale opinionista di 'Radio Anch'io Sport' su Radio Rai 1, ha parlato degli errori arbitrali dell'ultimo turno: "Gli arbitri si trovano in una fase complicata, influenzati da frequenti cambiamenti nelle regole che causano confusione e compromettono inevitabilmente il loro giudizio". "Si cerca di rendere il calcio più spettacolare intervenendo costantemente sulle norme per favorire la produzione di gol, ma dubito fortemente che un risultato di 6-0 sia più apprezzato...

Geolier mantiene la promessa e porta il premio cover sulla tomba dell’amico Daniele

Geolier porta il premio cover sulla tomba dell'amico Daniele Geolier, il rapper di Secondigliano, ha recentemente mantenuto una promessa toccante fatta al suo defunto amico Daniele Caprio. Dopo la perdita di Daniele a causa di un sarcoma, Geolier ha deciso di onorare la memoria dell'amico portando il premio vinto dalla collaborazione con Gigi D'Alessio, Gué e Luché sulla sua tomba. Di nome Emanuele, Geolier ha mostrato il suo lato più umano visitando la famiglia di...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE