🔴 ULTIME NOTIZIE :

A mia madre di Yvonne De Rosa, presentazione del libro a Napoli

Presentazione del libro venerdì 10 febbraio 2023 – ore 18:00 - al Salotto Letterario Le Zifere (Piazzetta Nilo, 7 - Napoli). Saluti dell’editore Roberto Nicolucci A discuterne con l’autrice Prof. Stefano Causa Critico d’arte e docente di Storia dell’arte moderna e contemporanea presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli Col. a. (ter.)...

Milik: ‘Amo il Napoli ma non sono stato trattato bene’

Milik: ‘Amo il Napoli ma non sono stato trattato bene’   “Sono stato trattato male, […]

    Milik: ‘Amo il Napoli ma non sono stato trattato bene’

     

    “Sono stato trattato male, ma ho sempre rispettato il Napoli”: Arkadiusz Milik, separato in casa coi partenopei, si sfoga con il sito polacco Sportowefakty.pl dopo la mancata cessione. “Il Napoli – racconta Milik – voleva prolungare il contratto per altri 5 anni e mi ha messo di fronte a un bivio: firmare il rinnovo o andarmene. Ho deciso di provare qualcosa di nuovo altrove. Il mio agente stava cercando una nuova soluzione, tante squadre si sono interessate a me. Non voglio fare i nomi ma la verita’ e’ che per alcune proposte io avevo dato il via libera ma i club in questione non hanno trovato l’accordo col Napoli e io sono dovuto restare”. Ora Milik spera nel mercato di gennaio: “Sto aspettando la prossima finestra di trasferimento”. Alla critica secondo cui la volonta’ di lasciare il Napoli e’ legata a una questione di soldi, l’attaccante replica: “se il mio futuro fosse deciso da questioni finanziarie, estenderei il mio contratto con il Napoli. Ho ricevuto un’offerta a condizioni molto buone”. Milik spiega la sua posizione: “la vita di un atleta e’ bella ma breve. Ho 26 anni, voglio crescere. Credo sia il momento giusto per provare una nuova sfida. Negli ultimi mesi molte cose sono state fraintese ed esagerate. Non c’e’ mai stata ostilita’ da parte mia verso il Napoli. Volevo risolvere tutto professionalmente. Ho un grande rispetto per la societa’, ho trascorso 4 anni meravigliosi a Napoli. Rispetto il Napoli, i suoi tifosi”. Infine alla domanda se si senta in guerra con il club, Milik risponde: “Posso assicurare che il rispetto per la societa’ non e’ mai mancato. Ho sempre voluto lasciare il club in armonia. Non si puo’ incolpare un giocatore perche’ e’ rimasto, se non e’ colpa sua. Il Napoli non ha parlato con le societa’ che mi volevano”. “Ho scoperto dai media che non ero nella lista della A e dell’Europa League, mi aspettavo una decisione del genere, ma la mancanza di comunicazione con il giocatore non e’ stata del tutto professionale. Credo di non essere stato trattato bene alla fine. Sono stato il capocannoniere della squadra nelle ultime due stagioni, dando sempre il cento per cento. Non ho rimpianti, perche’ so come funziona. Soffriro’ un po’, ma resistero'”.

     

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    San Sebastiano al Vesuvio, armati di fucile rapinano scooter

    A San Sebastiano al Vesuvio, poco prima della mezzanotte i Carabinieri della locale stazione – allertati dal 112 – intervengono a via Libertà per...

    Il Tribunale di Madrid dà ragione a club Superlega: “FIFA e UEFA non possono ostacolarla”

    Clamorosa sentenza pronunciata dal tribunale provinciale di Madrid in favore della Superlega, accogliendo il ricorso contro il Tribunale Mercantile numero 17 e respingendo l'opposizione...

    ‘Acqua non buona’: 1200 firme a Caserta, petizione in Comune

    Milleduecento firme "per riavere l'acqua migliore d'Italia" sono state raccolte tra i cittadini dal movimento "Caserta Decide", che in consiglio comunale fa capo al...

    Spezia, mister Gotti non sarà agli allenamenti in vista del Napoli: si è operato

    Lo Spezia ha comunicato che "questa mattina, presso l'istituto clinico Humanitas di Milano, il tecnico Luca Gotti è stato sottoposto a un intervento chirurgico...