Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

In Campania vietati anche i cortei funebri. Dipendenti pubblici a lavoro scaglionati

Pubblicato

in

funerali vietati


In Campania vietati anche i cortei funebri. Dipendenti pubblici a lavoro scaglionati. Bloccate riunioni al chiuso e all’aperto senza postazioni fisse.

 

In Campania sono vietati tutti i corti, anche quelli funebri. A stabilirlo l’ordinanza numero 79 firmata oggi dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, per contrastare il dilagare del Covid-19. Nel documento si legge che “sono da vietare le forme di aggregazione e/o riunioni, al chiuso e all’aperto, anche connessi ad eventi celebrativi, che si svolgano in forma di corteo (ad esempio cortei funebri) e comunque non in forma statica e con postazioni fisse”.

Al fine di evitare “picchi di presenze sui mezzi pubblici negli orari di maggiore affluenza, per i giorni 19 e 20 ottobre 2020” l’ordinanza firmata in serata dal presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, dispone che l’orario di ingresso del personale pubblico negli uffici ubicati nel territorio regionale, “fatto salvo il personale sanitario e socio sanitario e quello comunque impegnato in attivita’ connesse all’emergenza o in servizi pubblici essenziali” sia cosi’ scaglionato: “Personale con iniziale del cognome A-D: ore 7.30-8.30; personale con iniziale del cognome E-O: ore 8.30-9.30; personale con iniziale del cognome P-Z: ore 9.30-10.30; ed il consequenziale adeguamento dell’orario di uscita”. E’ quanto si legge nell’ordinanza firmata dal governatore, in vigore da domani e fino al 30 ottobre, in seguito al picco dei contagi (1.127) registrato oggi in Regione.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, morto ad Avellino turista francese sbarcato a Napoli

Pubblicato

in

ospedale moscati avellino

 E’ morto nel Covid Hospital dell’Azienda ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino il 78enne turista francese sbarcato da una crociera a Napoli e giunto al pronto soccorso dell’ospedale irpino a bordo di un’ambulanza lo scorso 14 ottobre.

Risultato positivo al coronavirus, il 78enne è stato ricoverato al Covid Hospital, dove il 16 ottobre è stato intubato. Grazie alla collaborazione di un mediatore culturale, la figlia dell’uomo, arrivata dalla Francia qualche giorno dopo il ricovero del padre, è stata puntualmente aggiornata sulle condizioni di salute del paziente.

Nel pomeriggio si è registrato anche un secondo decesso nel Covid Hospital del “Moscati” di Avellino: si tratta di una donna di 79 anni di Baiano (Avellino), giunta ieri al pronto soccorso. Già in sorveglianza sanitaria per positività al coronavirus, è stata ricoverata in terapia subintensiva.

Continua a leggere

Coronavirus

Covid: 15 casi positivi nel gruppo squadra della Nocerina

Pubblicato

in

covid nocerina

Quindici casi di positivita’ al Coronavirus sono stati riscontrati nel gruppo squadra della Nocerina, squadra di calcio militante nel girone G di serie D.

Si tratta di 11 calciatori e di 4 componenti dello staff. “La societa’ ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le autorita’ per le procedure correlate”, si legge in una nota diramata dal club che, oltre agli allenamenti della prima squadra, ha sospeso in via precauzionale anche “tutte le attivita’ del settore giovanile per le prossime due settimane”.

La Nocerina, inoltre, chiedera’ il posticipo della sfida contro il Gladiator, in programma domenica pomeriggio.

Continua a leggere

Le Notizie più lette