Cronaca Salerno

Evasione fiscale nel commercio dei rottami ferrosi: la Finanza di Salerno sequestra beni per un milione di euro



pistola guardia di finanza




Evasione fiscale nel commercio dei rottami ferrosi: la Finanza di Salerno sequestra beni per un milione di euro
Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno, su disposizione di questa Procura della Repubblica, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, nei confronti del legale rappresentante e dell’amministratore di fatto di una società dell’Agro nocerino-sarnese, esercente il commercio all’ingrosso di rottami ferrosi e cascami metallici.

Il provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale alla sede Luigi Levita, nei confronti dei due presunti responsabili del sistema di frode, scaturisce dai risultati di una verifica fiscale eseguita dai militari della Compagnia di Scafati. Le attività ispettive, coordinate dal Sostituto Procuratore Davide Palmieri, hanno consentito di scoprire che, mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, l’azienda in questione, con sede a Scafati, ha evaso tra il 2015 ed il 2018 l’imposta sul reddito delle società per un valore complessivo di oltre 940.000 euro. Il meccanismo fraudolento consisteva nella registrazione di fatture e di altri documenti contabili in relazione all’acquisto dei materiali, con l’intento di dedurne i relativi costi e di non corrispondere quanto dovuto al Fisco.

 

I rottami, soprattutto quelli prodotti in regime di evasione fiscale, vengono raccolti e consegnati agli impianti di trattamento privi dei formulari di identificazione e senza che la transazione sia stata accompagnata dalla documentazione necessaria a garantire il tracciamento dei rifiuti ai fini fiscali ed ambientali.

I rappresentanti della società sono stati denunciati per utilizzo ed emissione di fatture false. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato il denaro rinvenuto sui conti correnti, gli automezzi e gli immobili, fino all’intero ammontare dell’imposta evasa. Tra i beni cautelati, anche una palazzina di tre piani, completa di attico e garage, nel centro di Minori.

 

Google News

Campania, nessuna emergenza: ancora disponibili 92 posti terapia intensiva

Notizia precedente

Cercasi attori residenti in Campania per la fiction ‘L’amica geniale’

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..