Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

De Luca fa un nuovo show da Fazio: dalle scuole alla sentenza scodella di bagnacauda

Pubblicato

in




Il presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca si è reso protagonista dell’ennesimo show in tv alla trasmissione ‘Che tempo che fa’ da fabio fazio su Rai3. E anche questa volta ne uscito vincitore e con gli applausi dello studio. Con un finale scoppiettante sulla sentenza Juventus-Napoli.

 

“L’anticipazione che arriva da noi ha delle cose interessanti almeno dal punto di vista della consapevolezza della serietà del problema ma da quello che ho visto ha gradi di ambiguità e cose a metà come sempre”. Lo ha detto il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca ospite a Che tempo che fa. “Ad esempio viene allargato alle 24 il periodo per la vendita degli alcolici. Si vieta la mobilità nei quartieri più frequentati e più frequentati è una espressione vaga”, ha detto De Luca sottolineando che nel Dpcm c’è “ambiguità e non chiarezza”. “Ma vediamo”, ha aggiunto. E alla domanda di Fazio sulla chiusura delle scuole il Governatore ha precisato: “Ottocento contagiati nelle scuole di Napoli e Caserta. Non abbiamo girato la testa dall’altra parte: Non abbiamo chiuso ma invitato a fare didattica  distanza per due settimane”. Si poteva cominciare da qualche altra cosa e potenziare i trasporti? Non c’era alternativa? Gliha chiesto Fazio

“Da maggio abbiamo aperto tutto in Italia  in questo contesto la Campania è la regione più fragile, più esposta come densità abitativa. Noi in Campania se vogliamo salvarci dobbiamo decidere prima degli altri e prendere decisioni più rigorose. La scuola ? Quando arrivi con i contagi devi intervenire dappertutto per frenare il contagio. Il governo ha deciso di fare quello che abbiamo già fatto noi da qualche giorno. Mi aspetto decisioni più rapide da parte del governo. da una settimana abbiamo dato indicazioni sui medici e sugli infermieri che ci servono. Non abbiamo ancora visto niente. Abbiamo 16 mila dipendenti in meno rispetto alle altre regioni. La Campania ha un numero di terapie intensive che sono la metà di quelle del Nord. Certo per responsabilità storiche anche nostre.Stiamo combattendo a mani nude . Non possiamo fare poesia. Sapevamo che andavamo incontro a una  situazione difficile. Noi già abbiamo iniziato campagna vaccinazione. Abbiamo fatto tutto quello che era umanamente impossibile”.

Poi un siparietto simpatico con Fazio per una mosca che si aggirava dalle parti di De Luca e il conduttore di Rai 3 ironicamente gli ha detto: “L’ha mandata Crozza”. E da quel momento è stato un crescendo di applausi e risate su Halloween tanto che Fazio gli ha detto : “E’ stato lei che fatto lei paura ad Halloween”. E poi De Luca ha spiegato: “Non penso che avremo problemi con l’America per la critica ad Halloween. Noi abbiamo – ha spiegato-un grande obiettivo: quante vite umane salviamo? In Campania le vittime sono la percentuale più bassa d’Italia. Dobbiamo esser più responsabili che in altre parti d’Italia.

E poi sulla immancabile domanda sulla sentenza  su Juventus-Napoli, De Luca ha spiegato che federcalcio e lega hanno creato una grande confusione spiegando che le due Asl napoletane hanno fatto il proprio dovere. E poi la battuta finale destinata a passare alla storia: “La sentenza?E’ limpida come una scodella di bagnacauda”, e giù risate e applausi dallo studio.

Pubblicità

Caserta e Provincia

Esce dalla zona rossa, avvocato multato a Marcianise

Pubblicato

in

La Guardia di Finanza ha multato (con una sanzione da 280 euro) per allontanamento ingiustificato dalla propria abitazione un avvocato residente a Marcianise (CASERTA), comune dichiarato zona rossa dalla Regione Campania per l’elevato numero di contagi da Covid-19. L’episodio e’ avvenuto nella serata di ieri, prima giorno di chiusura; a darne notizia lo studio legale, con sede nella vicina Santa Maria Capua Vetere, dove lavora il professionista sanzionato. Questi tornava proprio dallo studio; alle 20.50 si e’ presentato ad uno dei check point, controllato dai finanzieri della locale compagnia. Il titolare dello studio, Angelo Cocozza, spiega che “a nulla sono valse le piu’ che esaustive giustificazioni fornite dal professionista che, benche’ non tenuto, esibiva gli atti ed i documenti attestanti l’esercizio dell’attivita’ forense”. In una lettera inviata al Governatore Vincenzo De Luca, al Guardasigilli Alfonso Bonafede, Cocozza ha chiesto chiarimenti circa l’autorizzazione degli avvocati a circolare nonostante la zona rossa, facendo riferimento alla nota di Almerina Bove, vice capo di Gabinetto del presidente della Regione, che appena ieri aveva confermato al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere la possibilita’ per i legali di lasciare la zona rossa per l’esercizio dell’attivita’ forense, ritenuta attivita’ essenziale. Il professionista sanzionato fara’ ricorso.

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette