Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

Assembramento in due bar e una salumeria: a Napoli arriva la polizia e li chiude

Pubblicato

in

chiusi due bar napoli


Assembramenti nei locali ed un negozio aperto oltre l’orario consentito. Chiusi due bar ed un negozio di alimentari a Napoli.

 

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato hanno effettuato un controllo ad un bar di via Carriera Grande in cui hanno accertato la presenza di numerose persone che sono state sanzionate poiché non utilizzavano la mascherina e non rispettavano il distanziamento sociale; inoltre, l’attività è stata chiusa per 5 giorni.

Nella stessa serata, gli agenti hanno notato, all’esterno di un’attività commerciale in via Marvasi, un assembramento di persone in attesa di entrare nel negozio per acquistare generi alimentari che, alla vista della volante, si sono rapidamente allontanate.

Il titolare è stato sanzionato con la chiusura per un giorno dell’attività in quanto non ha garantito le misure idonee ad evitare assembramenti e poiché l’esercizio era aperto oltre l’orario consentito.

Stanotte, inoltre, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Ettore Bellini per segnalazioni di assembramenti in strada.

Una volta sul posto, i poliziotti hanno visto numerose persone all’esterno di un locale in cui si stava svolgendo una festa ed hanno accertato che all’interno vi era un numero di avventori superiore a quello consentito. I presenti, alla vista degli agenti, si sono allontanati rapidamente mentre il promotore dell’evento è stato sanzionato per aver organizzato l’evento e il titolare del locale perché il bar era aperto oltre l’orario consentito; inoltre, l’attività è stata chiusa per 5 giorni.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Ancora incidenti a Napoli: bombe carta contro la polizia in piazza dei Martiri

Pubblicato

in

napoli-bombe contro polizia

Ancora scontri a Napoli tra manifestanti e forze dell’ordine. E’ successo in piazza dei Martiri, dove dalle 16 è in corso una manifestazione promossa da lavoratori dello spettacolo ma anche precari e disoccupati.

 

Dopo un secondo lancio di uova con vernice rossa contro il portone di Palazzo Partanna, sede dell’Unione industriali di Napoli e di Confindustria Campania, una parte dei manifestanti presenti in piazza ha cercato di muoversi in corteo in direzione via Chiaia, lanciando il coro: “Corteo, corteo”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La Guerriglia di Napoli finisce sui siti di tutto il mondo

Condannati i due fermati per la guerriglia di Napoli, feriti anche 4 carabinieri

La tensione è rapidamente salita fino allo scontro tra la prima linea di manifestanti e le forze dell’ordine che hanno risposto con un’azione di alleggerimento, respingendo i manifestanti verso via Carlo Poerio.La Polizia ha risposto con una carica, disperdendo i manifestanti.
La manifestazione era stata segnalata in Questura e prevista dalle 16-20. Presenti anche elementi dei Carc, della lista 7 Novembre, e dovevano andare anche delegazioni di operai Whirpool e Fca. Oltre alle uova con vernice lanciate contro il palazzo, sono state scagliati anche bottiglie e altri oggetti contro le forze dell’ordine. Ci sarebbe stata anche una carica di alleggerimento, disperdendo i manifestanti. Il presidio si e’ trasformato in corteo verso piazza Amedeo, ed e’ seguito da tre delle cinque camionette delle forze dell’ordine che presidiavano la piazza.

Continua a leggere

Le Notizie più lette