Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

Aggredito dal branco a Ferragosto sulla spiaggia di Salerno: 5 ordinanze cautelari

Pubblicato

il

spiaggia di salerno,aggredito dal branco,ferragosto


Aggredito dal branco a Ferragosto sulla spiaggia di Salerno: 5 ordinanze cautelari.

 

Stamane gli agenti della Polizia di Stato della Questura di Salerno – Squadra Mobile – Sezione Reati contro la Persona –Minori e Sessuali, ha dato esecuzione a due Ordinanze di Custodia Cautelare di Arresti Domiciliari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Salerno, su conforme richiesta della Procura della Repubblica di Salerno, nei confronti di C.F. di 18 anni di Vietri Sul Mare e D.A.G.di 19 anni di Pellezzano, e tre Ordinanze di Collocamento in Comunità, emessa dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Salerno, su conforme richiesta della Procura della Repubblica – Tribunale per i Minorenni di Salerno, nei confronti di tre minorenni.

I fatti reato contestati si riferiscono ad una grave quanto immotivata aggressione degli indagati nei confronti di un ragazzo minorenne, nella notte tra il 15 ed il 16 agosto sulla spiaggia di Salerno. La vittima a causa del colpi ricevuti, anche con strumenti atti ad offendere, riportava gravi lesioni. L’attività di indagine svolta dalla Squadra Mobile, in uno con la Procura del Tribunale di Salerno e la Procura del Tribunale per i Minorenni di Salerno, consentiva di ricostruire nel dettaglio la dinamica dei fatti, evidenziando uno scenario caratterizzato da sopraffazione e logica da “branco”, nonché di individuare tutti gli indagati, successivamente colpiti dalle ordinanza suddette.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, controlli anti covid della Finanza: 36 persone multate

Pubblicato

il

Napoli,controlli covid Finanza
foto da sala stampa guardia di finanza di Napoli

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha rafforzato anche in questo fine settimana il dispositivo dei controlli volti a verificare il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid – 19, nonché al contrasto degli illeciti in genere.

In totale, tra venerdì e domenica scorsi, sono state controllate in tutta la Provincia 1011 persone e 148 attività commerciali, 36 le sanzioni complessive applicate non solo a dichiarati “irriducibili negazionisti” trovati in strada senza mascherina, ma anche a contrabbandieri di sigarette e ad una sala giochi.
Più in dettaglio, a Napoli il 2° Nucleo Operativo Metropolitano, nel Rione San Tommaso, ha sequestrato presso un circolo privato 260 euro in contanti e 6 apparecchi da gioco non collegati alla rete dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Denunciato il gestore del circolo e proposta al Prefetto la chiusura del locale per 5 giorni.
Lo stesso Reparto ha sequestrato nel quartiere Gianturco, presso un esercizio commerciale gestito da cittadini di nazionalità cinese, anche 7.800 tra scarpe ortopediche e antinfortunistiche prive del Marchio CE.
Il Gruppo di Frattamaggiore ha sequestrato 10 kg. di sigarette di contrabbando sanzionando un 32enne di Frattaminore anche per violazioni anticovid, trovandosi in strada senza giustificato motivo.
Anche la Compagnia Casalnuovo, nel corso di una perquisizione, ha sequestrato a Giugliano in Campania, oltre 2 kg. di sigarette di contrabbando importate dall’Est Europa, marchi Merit e Winston contraffatti, denunciando un cittadino di origini nord africane.
La Compagnia di Pozzuoli, nel corso di diversi interventi, ha sanzionato, tra la stessa cittadina e Quarto, il titolare di un bar, un dipendente e un cliente senza mascherina, 5 soggetti sorpresi in strada senza dispositivi di protezione individuale, 2 all’interno di una pizzeria e di un negozio.
La Compagnia di Ottaviano ha sanzionato, tra Palma Campania e Terzigno, tre attività commerciali, una delle quali gestita da cittadini cinesi, che non esponevano all’ingresso del locale il cartello che regola il numero massimo di persone ammesse e che dispone l’obbligo di utilizzo della mascherina, nonchè un cittadino del bangladesh che vendeva al pubblico prodotti di ortofrutta senza guanti e mascherina di protezione.

Continua a leggere

Le Notizie più lette