Seguici sui Social

Musica

A Sorrento Leo Gassmann vince il Premio ‘Penisola Sorrentina’

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Sorrento Leo Gassmann


Importante riconoscimento per Leo Gassmann, vincitore della categoria “Nuove proposte” del Festival di Sanremo 2020 che il 24 ottobre prossimo sarà a Sorrento in occasione dei venticinque anni del Premio “Penisola Sorrentina” diretto da Mario Esposito e promosso con la collaborazione della Fondazione Sorrento.

 

 

Leo Gassmann vince il Premio “Penisola Sorrentina” 2020. La cerimonia ufficiale di investitura avverrà sabato 24 ottobre al Teatro Tasso di Sorrento, durante uno spettacolo televisivo in cui verranno consegnati gli altri riconoscimenti per musica, cinema, ed audiovisivo a personalità di fama nazionale, di cui a breve saranno annunciati i nomi.

Il riconoscimento istituzionale è posto sotto il patrocinio del Mibact, della Regione Campania ed è organizzato in collaborazione con la Fondazione Sorrento ed il comune di Sorrento.

LEGGI ANCHE  Campania 'gialla' 2 giorni ma diversi ristoratori non aprono

Leo Gassmann ha vinto nella categoria “Nuove Proposte” il Festival di Sanremo 2020 con la canzone “Vai bene così”.

Una vittoria – come ricordato dal papà Alessandro anche durante la trasmissione Domenica In – celebrata con un vero e proprio urlo di gioia.



Continua a leggere
Pubblicità

Musica

‘Plague’, il secondo singolo i Damiano Davide con Lino Cannavacciuolo

Il singolo anticipa la pubblicazione del suo primo album, atteso per il 29 gennaio 2021, per il roster New Generation di Apogeo Records.

Pubblicato

il

Dal 15 gennaio è disponibile sulle migliori piattaforme di streaming, Plague, il secondo singolo di Damiano Davide che si pregia del suadente violino di Lino Cannavacciuolo.

Il singolo anticipa la pubblicazione del suo primo album, atteso per il 29 gennaio 2021, per il roster New Generation di Apogeo Records.

http://lnkfi.re/Plague

“Plague è un contagio musicale, l’evocazione di una pestilenza che nasce e trae la sua forza da un’unica, singola, nota ribattuta. Si diffonde nell’aria gelida e sottile dell’inverno e non lascia altra scelta che fuggire.

Un pianoforte, un violoncello, un contrabbasso e il violino gitano e suadente di Lino Cannavacciuolo lottano senza tregua contro un male invisibile e impossibile da fermare. Nel ritmo serrante di una rincorsa violenta verso l’immunità, l’unica occasione di salvezza è data da una lunghissima frase del violino capace di fermare il tempo attraverso la memoria di un ricordo lontano”.

Lino Cannavacciuolo

Compositore, pianista e direttore d’orchestra, Damiano Davide ha alle spalle una vita musicale ricca di esperienze. Professionista del teatro musicale e dell’opera lirica, ha coltivato l’interesse anche per la musica tradizionale, il melodramma, il folk anglosassone, il minimalismo e la musica da film. Da menzionare sono le collaborazioni con i Viamedina (musica popolare, world) e La Terza Classe (folk, bluegrass). Recentemente ha intrapreso un’intensa collaborazione con il violinista e compositore Lino Cannavacciuolo.

LEGGI ANCHE  Covid: i nuovi casi in Italia sono 17533 e 620 le vittime

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/maradona-a-napoli-via-alla-raccolta-fondi-per-realizzare-opera-darte/

Crediti singolo:

Pianoforte : Damiano Davide
Violino: Lino Cannavacciuolo
Violoncello: Davide Maria Viola
Contrabbasso: Rolando Maraviglia
Prodotto da Damiano Davide e Marco Balestrieri

Mixato da Damiano Davide
Masterizzato da Filippo Passamonti al VDSS Recording Studio

Continua a leggere

Le Notizie più lette