Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica

Virginia La Mura: ‘Incentivi per l’energia elettrica, firmato il decreto dal Ministro Patuanelli. Sarà possibile risparmiare sulla bolletta’

Pubblicità'

Pubblicato

il

virginia la mura


Pubblicità'

Il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha firmato il decreto attuativo che definisce la tariffa con la quale si incentiva la promozione dell’autoconsumo collettivo e le comunità energetiche da fonti rinnovabili, al fine di favorire la transizione energetica ed ecologica del sistema elettrico del nostro Paese, con benefici ambientali, economici e sociali per i cittadini.

Il provvedimento firmato rappresenta una misura introdotta nel dicembre 2019 con il decreto Milleproroghe, che anticipando l’attuazione di una direttiva europea consente di costituire l’autoconsumo collettivo, attivabile da famiglie e altri soggetti che si trovano nello stesso edificio o condominio, e le comunità energetiche, a cui possono partecipare persone fisiche, PMI, enti locali, ubicati in un perimetro più ampio rispetto a quello dei condomini.

“Una novità importante riguarda il mondo dell’energia, una novità che consente a migliaia e migliaia di famiglie di poter risparmiare sulle proprie bollette. Come? Con le comunità energetiche”. A dirlo è la Senatrice Virginia La Mura, Capogruppo in Commissione Ambiente.
“Questo decreto – afferma la senatrice – segna un cambiamento importante nella produzione e nel consumo di energia elettrica. Infatti, con le comunità energetiche, famiglie che vivono in condomini o in ville unifamiliari, aziende ed enti locali potranno autoprodurre la propria necessaria energia elettrica attraverso, ad esempio, pannelli solari istallati sui tetti degli edifici. Tra i vantaggi di questo decreto ritroviamo il risparmio in bolletta innanzitutto perché si riducono i costi di trasporto dell’energia, meno costi burocratici in quanto le comunità energetiche sono locali e ciò consente una gestione più efficiente degli iter procedurali, in prospettiva si potranno anche ridurre i costi per lo sviluppo di nuove reti per il trasporto dell’energia. Oltre al risparmio economico, questo sistema consente anche di ridurre l’utilizzo di energia da fonti fossili salvaguardando così l’ambiente. La legge ha infatti esplicitamente previsto che le comunità energetiche non possano avere un fine commerciale ma solo quello di fornire benefici alla propria comunità. Questo risultato – conclude La Mura – premia il lavoro del collega parlamentare Gianni Pietro Girotto e del M5S che ci ha sempre creduto”.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Sud, Sbarra(Cisl): “Questione meridionale sia al centro della strategia nazionale ed europea di sviluppo”

Pubblicato

il

sbarra
foto da google

“Rimuovere le zavorre che rallentano il Sud significa contrastare disuguaglianza ed iniquità, ma anche incrementare la produttività nazionale, generare nuova ricchezza, consolidare consumi ed interscambio tra regioni, con economici effetti molto positivi anche per le aree forti: la questione meridionale deve essere al centro della strategia nazionale ed europea di sviluppo”.

Così Luigi Sbarra, Segretario generale aggiunto Cisl, che oggi ha partecipato al Convegno: “ Il futuro della Campania e del Mezzogiorno”, organizzato dalla Usr Campania. “In Manovra non mancano misure apprezzabili che recepiscono nostre puntuali richieste, come per gli sgravi rafforzati per le assunzioni: un passo importante, che noi avremmo voluto strutturale. Tuttavia, senza un forte incremento di spesa produttiva, queste decontribuzioni rischiano di essere inefficaci”.

“Bisogna mettere al centro della strategia meridionalista il lavoro e l’occupazione, la coesione ed il contrasto alla marginalità, sbloccando infrastrutture materiali, digitali e sociali – ha aggiunto -. Con la fine del blocco dei licenziamenti si aprirà una fase molto difficile di ristrutturazione del sistema produttivo. Appuntamento al quale dobbiamo arrivare attrezzati, con un sistema di protezione sociale capace di sostenere il reddito di tutti e strumenti attivi di riqualificazione, orientamento ed inserimento nel mercato del lavoro. Va realizzato “un grande progetto su formazione e riqualificazione delle competenze digitali”. Le risorse del Recovery fund saranno essenziali “per implementare le reti sociali, a cominciare da sanità e pubblica amministrazione, per assicurare l’esercizio dei più elementari diritti di cittadinanza”. Per il numero due Cisl occorre inoltre dare vita ad un “progetto Industria-Sud, con leve strutturali e specifiche che accompagnino la transizione digitale e verde anche nel tessuto produttivo del Sud, fatto prevalentemente da Pmi.

~Dobbiamo mettere a sistema le mille anime produttive del Mezzogiorno, innovandole, facendole crescere, connettendole al resto d’Italia, d’Europa e del mondo”. “L’asset del turismo- ha sottolineato ancora Sbarra- con le sue unicità paesaggistiche, naturalistiche e culturali, va sostenuto, valorizzato, messo in sinergia con artigianato e commercio. ~La Cisl chiede un Piano Nazionale di messa in sicurezza del territorio che parta dal Sud ed integri risanamento del suolo, riscatto delle zone interne, contrasto allo spopolamento”. Si tratta, poi, “di capitalizzare il vantaggio logistico verso l’euro-mediterraneo, considerando la crescita dei commerci attraverso il canale di Suez, sviluppando le potenzialità della portualità e della intermodalità meridionale”. “C’è un’Agenda Sviluppo che bisogna scrivere insieme e che deve avere in priorità le sorti del Mezzogiorno. Oggi, grazie a Next generation EU ed alle flessibilità sul patto di stabilità, abbiamo strumenti sufficienti per garantire una svolta. Non ci sarà data una seconda opportunità: bisogna costruire partendo dalla~capacità di fare sistema, dall’impegno del Governo di coinvolgere le Parti sociali per sostenere la ripresa”.

Continua a leggere

Attualità

Campania, De Luca: ‘Impegno per dare lavoro a una generazione’

Pubblicato

il

Campania de luca

Campania, De Luca: ‘Impegno per dare lavoro a una generazione’.

“Abbiamo lavorato due anni per estendere Freccia Rossa fino al Cilento. A Benevento presenteremo lavori per la nuova stazione ferroviaria, partono lavori per linea Eav. Ci vorranno 120 milioni per ammodernare. Su Napoli: gia’ due degli obiettivi della campagna elettorale, cioe’ l’ex manifattura tabacchi come polo di ricerca avanzata agroindustriale e ieri firmato accordo per centro storico con cui Regione partecipa con palazzo Penne e ospedale dell’Annunziata”.

Lo ha affermato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una diretta social: “A Salerno vanno avanti progetti strategici. In corso il lavoro per la spiaggia fino a Pontecagnano, avra’ cento metri di profondita’ e si completano i lavori di piazza Liberta’ che sara’ la piazza sul mare piu’ bella d’Europa con parcheggio piu’ grande d’Europa”. E dunque: “Ad Avellino ci sara’ polo di eccellenza per autobus che potra’ collegarsi con altri poli produttivi nazionali.

Nei prossimi giorni pista ciclabile nel parco del Vesuvio. Mare di lavoro per dare lavoro a intera generazione”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette