Seguici sui Social

Cronaca Campania

ROADPOL “Safety Days”: 358 veicoli controllati dalla Polstrada in Campania

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Con riferimento alla Campagna ROADPOL denominata “Safety Days”, iniziativa che si terrà nella settimana dal 16 al 22 settembre 2020 con il supporto della Commissione Europea, il Compartimento Polizia Stradale per la Campania e la Basilicata, ieri 16 settembre 2020 “Giornata a zero vittime della strada”, ha provveduto a pianificare servizi di vigilanza stradale sugli itinerari compartimentali con l’impiego di n. 103 pattuglie ed un totale di n. 358 veicoli controllati su n. 93 posti di controllo, con n. 167 di veicoli contravvenzionati.

 

In particolare nella giornata del 16 settembre 2020, in Napoli, di intesa con la locale Questura è stato svolto uno specifico servizio in A56 Tangenziale di Napoli mediante l’utilizzo dell’Ufficio Mobile della Polizia di Stato (Camper).

Altresì, a Potenza, sono stati effettuali servizi filmati presso la Sottosezione Stradale di Lagonegro, concernenti le attività specifiche poste in essere nell’ambito della manifestazione in oggetto, trasmessi nell’edizione pomeridiana del TG3 Regionale.

LEGGI ANCHE  Napoli, sequestrate munizioni e droga al rione Traiano

 

Nell’ambito compartimentale si comunicano i risultati di seguito ottenuti: sono stati rilevati n. 5 incidenti (-3 rispetto al 2019) con nessun esito mortale (-1 rispetto al 2019), n. 1 con feriti (-2 rispetto al 2019) con n. 2 persone ferite (-4 rispetto al 2019), n. 3 con danni a cose.

Sono state rilevate n. 82 violazioni per limite di velocità per veicoli e mezzi pesanti di cui n. 13 contestate su strada, n. 8 violazioni per limite di velocità per motoveicoli con sistema I ATX, telelaser e altro, n. 32 violazioni per sistemi di ritenuta (cinture di sicurezza), n. 14 violazioni per uso auricolare/vivavoce (art. 173 CdS) e nessuna violazione relativa all’uso del casco protettivo (art. 171 CdS)



Continua a leggere
Pubblicità

Avellino e Provincia

Bufera neve in Irpinia, comitiva di 40 persone con bambini salvata dopo ore

Pubblicato

il

Bufera neve in Irpinia, comitiva di 40 persone con bambini salvata dopo ore.

Avevano deciso di trascorrere la domenica nei boschi innevati del Mafariello, ma poi sono rimasti bloccati nella bufera di neve che si e’ scatenata a partire dal primo pomeriggio. Quaranta turisti, tra i quali anche bimbi di pochi mesi o di qualche anno, sono in attesa di essere messi in salvo dai carabinieri forestali, dai volontari e dei vigili del fuoco. Partecipavano ad una gita, ma sono stati sorpresi nel primo pomeriggio dalla abbondante nevicata.

Famiglie che si sono avventurate sulla montagna a ridosso di San Martino Valle Caudina per godere della nevicata precedente, senza avere i mezzi adeguati, pneumatici invernali o catene da neve. I soccorritori, dopo aver raggruppato tutti in un unico posto, hanno fatto la spola per trasferirli a San Martino al sicuro, in attesa di poter recuperare le auto rimaste bloccate. Sono tutti in buone condizioni anche se provati dalla brutta avventura.

LEGGI ANCHE  Via alla rimozione di 100mila tonnellate ecoballe dal sito di Capua

La protezione civile locale si e’ attivata per dare assistenza. E la neve, che sta cadendo abbondante su tutta la provincia di Avellino, sta gia’ provocando disagi, soprattutto alla viabilita’. I mezzi spargisale e spazzaneve sono entrati in azione lungo le strade principali e lungo il tratto Irpino dell’autostrada A16 Napoli-Canosa, tra le uscite di Baiano e Lacedonia. In alcuni tratti si procede a rilento e si viaggia solo con le dotazioni invernali.

Continua a leggere

Le Notizie più lette