Dal caso ultra’ a Suarez, l’avvocato Maria Turco: la ‘dama in bianconero’

Da vent’anni a questa parte non c’e’ vicenda legale che abbia riguardato la Juventus di cui non si sia occupata. Per l’avvocato Maria Cesarina Turco, balzata agli onori delle cronache per la vicenda Suarez, non poteva essere altrimenti, dal momento che il suo studio e’ quello fondato nel 1964 da Vittorio Chiusano, il legale a cui oggi e’ dedicata la Camera penale di Torino e che della Juventus e’ stato il presidente per tredici anni. Iscritta all’Albo dal 2003, col numero 4783, cassazionista dal 2016, il suo nome compare gia’ nello staff difensivo della Juventus all’epoca del processo per doping. E sempre al fianco dell’avvocato Luigi Chiappero, che guida lo studio Chiusano con la figlia del fondatore e i colleghi Luigi Giuliano e Massimo Strumia, ritorna anche nell’inchiesta ‘Last banner’, che ha azzerato i vertici della curva bianconera dopo una denuncia del club. Originaria di Cuneo, 50 anni il prossimo 20 ottobre, Maria Turco e’ una esperta in diritto penale sportivo, sia in riferimento al Tribunale Ordinario sia a quelli sportivi. Nelle ultime settimane e’ stata vista muoversi al Palagiustizia di Torino con le stampelle, per una brutta tendinite, ma chi la conosce bene assicura che non ha perso la sua tenacia. Instancabile al lavoro, e’ stata lei a mettere in contatto lo staff del calciatore Luis Suarez con l’Universita’ per Stranieri di Perugia, ma solo “per avere e trasmettere – precisa – le indicazioni burocratiche circa l’erogazione del corso on line e l’eventuale successiva iscrizione all’esame in oggetto”. “Nessun accordo, nessuna trattativa”, con quel riferimento ad “altri calciatori” che in realta’ sono da interpretare – puntualizza – come “un bagaglio di conoscenze procedurale da utilizzare per casi futuri”. Sull’esame farsa dell’attaccante uruguaiano la procura di Perugia, ha aperto una inchiesta. Nessun appartenente al club bianconero e’ indagato, come precisato dagli stessi inquirenti, ma l’avvocato Turco si dice comunque a disposizione delle Autorita’, “per fare ulteriore chiarezza sul mio operato professionale”. Intanto, si sta preparando alla prima udienza del processo ‘Last Banner’, al via a Torino la prossima settimana. L’avvocatessa cura infatti delle pratiche legali relative alla tifoseria organizzata ed e’ in questa veste che si e’ occupata anche di un’altra vicenda, come ricorda su Twitter il conduttore di ‘Mi manda Rai Tre’ Federico Ruffo, quella relativa al suicidio dell’ultra’ bianconero Raffaello Bucci. “L’avvocato Turco al centro delle intercettazioni sul caso #Suarez – scrive sui social il giornalista – e’ la stessa che tentava di farsi consegnare in ospedale il telefono dell’ultras Bucci appena morto”.

Roberto Benigni in aula: “Mai compiuti abusi edilizi”

Notizia Precedente

Calciomercato: Milik ora c’e’ Tottenham, Roma idea Rudiger

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..