Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


I fatti del giorno

Clamoroso errore dell’ASL Napoli 3 Sud che ha dato ad una paziente il numero della casa di riposo.

Pubblicato

il

asl Napoli 3 Sud


Clamoroso errore dell’ASL Napoli 3 Sud che ha dato ad una paziente il numero della casa di riposo.

L’episodio, che viene dalla Penisola Sorrentina, per l’esattezza Piano di Sorrento, ed è stato postato sulla pagina Reporter Sorrento, racconta di una donna che era da diversi giorni in attesa dell’esito del tampone naso-faringeo ed ha chiamato l’ASL per ricevere informazioni. “Ho fatto il tampone e dopo sei giorni – racconta – ne il Comune e ancora non so nulla del tampone, nessuno mi calcola, nessuno si é minimamente preoccupato di darmi una notizia. Ho chiamato tutti ma nessuno che mi sappia dare una risposta esaustiva, mi passano da un centralino all’altro. La risposta é sempre la stessa “non é di nostra pertinenza”.  E non solo, nel corso di queste telefonate ci sarebbe stato un clamoroso errore da parte di un funzionario dell’ASL che avrebbe fornito – racconta la donna –  un numero di telefono per poter chiedere maggiori informazioni, solo che questo era il numero di una casa di riposo per anziani. “Non chiedo chissà cosa solo sapere il risultato del mio tampone. Tutto qui”.

Continua a leggere
Pubblicità

I fatti del giorno

Morto di cancro a 11 anni. La rabbia social: ‘Colpa dell’Ilva’

Pubblicato

il

Morto di cancro a 11 anni,colpa dell'Ilva
foto dalla pagina facebook tamburi combattenti

Morto di cancro a 11 anni. La rabbia social: ‘Colpa dell’Ilva’.

on ce l’ha fatta Vincenzo, il bimbo di 11 anni del rione Tamburi di Taranto, che combatteva contro un linfoma linfoblastico primitivo nelle ossa, malattia che in tanti nella sua citta’ hanno messo in relazione alle emissioni nocive dello stabilimento siderurgico. Sui social e’ cosi’ montata l’indignazione di cittadini e associazioni che tornano a invocare la chiusura delle fonti inquinanti, proprio nel giorno in cui si annuncera’ l’accordo tra governo e ArcelorMittal per la nuova compagine societaria. A fine giugno il piccolo Vincenzo era partito per Roma con i suoi genitori, a bordo del camper-taxi dell’associazione Simba per tentare il tutto per tutto nella cura all’ospedale Bambin Gesu’.

Grazie a una gara di solidarieta’ furono raccolti oltre 8mila euro per contribuire a sostenere le spese della lunga degenza nella capitale, dove il piccolo si era trasferito per un trattamento di immunoterapia e poi il trapianto del midollo. Scrive su Facebook il movimento Tamburi Combattenti: “Apprendiamo che il piccolo Vincenzo, purtroppo, non ce l’ha fatta. Ha lottato fino alla fine. Siamo vicini alla famiglia e ci stringiamo al loro dolore e cordoglio. Un altro figlio dei Tamburi che va via prematuramente”.

Oggi, a quanto si apprende, e’ previsto alle 19 il passaggio del feretro sotto l’abitazione della famiglia, in piazza Masaccio, dove sostera’ mezz’ora per un ultimo saluto a Vincenzo. Poi la salma raggiungera’ il cimitero San Brunone che si trova a poche centinaia di metri dal siderurgico ex Ilva.

Continua a leggere

Le Notizie più lette