Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Dalla Rete

Ci siamo quasi,Whatsapp potrà essere usato su più dispositivi

Pubblicato

in




Con le prossime versioni si potrà usare su più smartphone. E arrivano anche le immagini che si auto-distruggono

Già da qualche mese erano emerse alcune notizie riguardo lo sviluppo su di una funzione che permette l’uso su un massimo di 4 dispositivi contemporaneamente.L’integrazione di questa funzione (che ricordiamo è già presente da tempo su Telegram) sicuramente semplifica la vita per chi possiede,ad esempio per lavoro,più dispositivi.

In pratica con questa nuova funzione ci permetterà di utilizzare lo stesso account (e quindi lo stesso numero di telefono) su 4 dispositivi diversi contemporaneamente senza la necessità di usare la connessione internet sul telefono principale.Un po come succede per Web.

Ma in più sarà possibile utilizzare,ad esempio la versione per Desktop di anche quando il telefono sarà spento.
Come viene spiegato da Wabetainfo, esperto e informato sulle nuove funzioni in via di sviluppo, “ sta attualmente pianificando una nuova interfaccia utente moderna per il client desktop, che mostra come viene migrata la cronologia chat dal tuo dispositivo e che il processo è crittografato end-to-end”.

Insomma ci siamo quasi,dalle immagini e dai test la funzione è in uno stadio molto avanzato e infatti siamo nella fase finale dei test per l’opzione multi device e il prossimo passaggio sarà rilasciare la funzionalità in versione “beta” per i dispositivi Android e Ios.

Immagini che si autodistruggono

Ma c’è un’altra funzionalità individuata nel codice di che è in via di sviluppo ovvero relativa all’invio di immagini che si autodistruggeranno una volta visualizzati.
Proprio come già succede per Telegram,la funzione,chiamata Expiring Messages (messaggi con scadenza) , permetterebbe dunque di inviare una nostra foto , inserire la scadenza e dopo essere stata visualizzata verrà autodistrutta, il file inviato scomparirà definitivamente dal telefono del destinatario nel momento in cui verrà chiusa la visualizzazione.

E secondo l’analisi di Wabetainfo i files media con scadenza avranno un aspetto diverso all’interno delle chat così da consentire facilmente ai destinatari che l’immagine verrà eliminata una volta chiusa.

 

 

 

 

 

Attenzione però che Alessandro Paluzzi, esperto italiano di reverse engineering, spiega in un tweet che questa funzione è ancora in fase di sviluppo e  e usarla prematuramente potrebbe causare il ban del proprio profilo .

Pubblicità

Dalla Rete

TikTok ha ancora paura (e fa bene) del ban di Trump e attiva le notifiche per i creator

Pubblicato

in

Gli ultimi mesi per la piattaforma cinese Tik Tok sono stati molto pesanti anche in termini di immagine e affidabilità internazionale a causa del possibile “ban” del Presidente Trump in merito alla sicurezza USA

La paura fa 90 ed è proprio azzeccato il proverbio visto che Tik Tok,la piattaforma “social” del momento, ha molta paura delle ripercussioni del “ban” che vorrebbe imporre il Presidente USa Trump per salvaguardare la sicurezza degli Stati Uniti (e non solo).
In effetti il problema sollevato da Trump c’è e si è visto anche nel nostro Paese quando qualche settimana fa ci sono stati casi di censura di hashtag  legati al mondo LGBT e non solo.

Forse proprio per scongiurare un aumento della pressione internazionale la società cinese ha introdotto un’apprezzabile sistema di notifica che consente ai Creator di aver chiaro sin da subito il motivo per cui un loro contenuto è stato rimosso dalla piattaforma social cinese.

Questa la dichiarazione ufficiale :

Negli ultimi mesi, abbiamo sperimentato un nuovo sistema di notifica per offrire ai creativi maggiore chiarezza sulle rimozioni di contenuti. I nostri obiettivi sono migliorare la trasparenza e l’istruzione sulle nostre Linee guida della community per ridurre i malintesi sui contenuti sulla nostra piattaforma e i risultati sono stati promettenti.

In sintesi:

  • l’utente verrà informato su quale norma è stata violata citandola direttamente nella comunicazione
  • sarà sempre possibile presentare ricorso contro la rimozione di un video
  • in certi casi, TikTok fornirà indicazioni di supporto su dove trovare informazioni ed eventuale aiuto

Sono da apprezzare gli sforzi di TikTok di mostrare alla comunità internazionale quanto la società cinese tiene alla sicurezza e alla privacy degli utenti anche se rimane da migliorare e di molto in che modo il loro algoritmo mostra  video che non offrono nulla di interessante al pubblico ma che anzi spesso inneggiano a comportamenti non propriamente corretti.

 

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette