Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Bill Gates: ‘Il coronavirus finirà tra 2 anni’

Pubblicato

in

coronavirus bill gates


“È increscioso che molte dichiarazioni del presidente Trump abbiano fatto percepire il vaccino contro il come una questione politica”.

 

A dirlo, in un’intervista a La Stampa è che boccia la risposta americana alla pandemia, disastrosa, e avverte che l’autunno minaccia di riportarci ai drammi della primavera, se non ci saranno gli interventi necessari. Però è ottimista sui vaccini, prevedendo che almeno tre saranno autorizzati entro la fine dell’anno, anche se per vedere la vera fine del virus dovremo aspettare il 2022. “Tristemente, quest’anno parliamo degli arretramenti provocati dalla pandemia. L’impatto sulla salute è un passo indietro di 25 anni, e la povertà estrema è cresciuta del 7%. Dobbiamo fermare il virus, ma serve la collaborazione globale.

Lavorare insieme per creare il vaccino, condurre i trial, produrlo, distribuirlo. L’accesso farà la differenza. Secondo gli studi dalla Northeastern University, se i primi due miliardi di dosi andranno solo ai Paesi ricchi, avremo il doppio dei morti” afferma Gates che si dice “pessimista su come sarà l’autunno nell’emisfero settentrionale. Se non avremo interventi il numero dei morti, anche negli Usa, tornerà ai livelli della primavera”.

“La notizia buona -aggiunge- è che abbiamo diversi vaccini promettenti, e potrebbero ricevere l’autorizzazione all’uso di emergenza dalla Fda o dalla Mhra entro fine anno, o certamente all’inizio del prossimo. Mi aspetto che due o tre l’avranno. Alcuni pensano prima di novembre (data delle presidenziali Usa, ndr), però non è probabile. La Pfizer è l’unica che potrebbe riuscirci, ma molti altri dovrebbero avere i dati dei test entro l’inizio dell’anno prossimo. Il primo vaccino potrebbe non essere quello definitivo, servirà altro lavoro sui secondari”.

“La Gates Foundation -riferisce ancora Bill Gates nell’intervista a “La Stampa – è concentrata su quelli che possono essere prodotti in grande scala, con un costo basso, fra 2 e 3 dollari a dose. Ciò include AstraZeneca Oxford, Novavax, Johnson & Johnson e Sanofi. Cerchiamo di vedere se funzionano, e costruiamo una capacità di produzione globale, per oltre un miliardo e mezzo di dosi all’anno”. “Lavoriamo con produttori nei Paesi in via di sviluppo, tipo il Serum Institute in India. Se saranno efficaci, anche con un livello di vaccinazione del 60% fermeremo la diffusione esponenziale della malattia. Il prossimo anno porteremo giù il numero dei morti, e nel 2022 la pandemia finirà” sottolinea.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, 1392 nuovi casi in Italia e 14 morti

Pubblicato

in

coronavirus italia

Lieve aumento dei casi di in Italia dove si registrano 1.392 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Lo comunica il ministero della Salute nel consueto bollettino sull’emergenza .

 

Restano pressoche’ stabili a quota 1.392 (+42) i nuovi contagi da Coronavirus rilevati nelle ultime 24 ore con un deciso aumento dei tamponi (87.303, +31.441). E’ quanto emerge dal bollettino odierno del ministero dell Salute che registra anche 14 decessi (-3). Gli attualmente contagiati salgono cosi’ a 45.489 (+410) con 2.604 pazienti ricoverati con sintomi (+129) e 239 in terapia intensiva (+7).

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Coronavirus, oggi 156 nuovi contagi in Campania e ben 98 guariti

Restano in isolamento domiciliare 42.646 pazienti (+274) mentre sono state dimesse o sono guarite 967 persone. Il Lazio e’ la regione con il maggior numero di nuovi casi positivi (238) seguita da Lombardia (182) e Campania (156).
Sono 967 i nuovi guariti da Coronavirus in Italia, dato che porta il totale dei guariti e dimessi a 219.670. Lo comunica il ministero della Salute nel consueto bollettino quotidiano sull’emergenza Covid in Italia. Aumentano anche i pazienti ricoverati in terapia intensiva, che sono 7 più di ieri, e quelli nei reparti ospedalieri (+129). Al momento in Italia sono 2.604 le persone in ospedale con covid19 e 239 i pazienti nelle rianimazioni.

Continua a leggere



Attualità

Puglia, Emiliano: ‘Pier Luigi Lopalco sarà assessore alla Sanità’

Pubblicato

in

Puglia, Emiliano: ‘Pier Luigi Lopalco sarà assessore alla Sanità’

“Vi voglio presentare quello che sara’ il nuovo assessore alla Sanita’ della Regione Puglia Pier Luigi Lopalco, che ha avuto il coraggio di sottoporsi, per ottenere questo ruolo, al vaglio popolare ed elettorale e ne e’ uscito da trionfatore”. Lo ha annunciato il riconfermato presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, durante una conferenza stampa che si e’ svolta nello spazio antistante all’ingresso della sede del Dipartimento Politiche della Salute in via Gentile a Bari. “Voglio ringraziare tutta la gente che ci ha votato, in particolare devo ringraziare coloro che hanno votato Pier Luigi Lopalco perche’ non era una sfida facile quella di trasformare un professore di Universita’ in una in una star di preferenze: di solito le preferenze le prendono i professionisti, in questo caso li hanno presi dilettanti della politica, ma evidentemente sono state la competenza, la serieta’, che Pier Luigi ha messo in tutta la sua vita ad aver avuto un peso”, ha continuato Emiliano. “Voglio ringraziare i miei concittadini pugliesi – ha detto Lopalco – che oggi mi permettono di tornare in questo edificio e continuare a fare il mio lavoro, perche’ se le cose non fossero andate cosi’, purtroppo, non avrei potuto lavorare per per la mia terra e per la mia gente: per me e’ un’emozione particolare”

 

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette