Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Riciclaggio con auto grossa cilindrata, arresti nel Salernitano

Pubblicato

in



Riciclaggio con auto grossa cilindrata, arresti nel Salernitano Vendita di 22 autovetture ad una società di fatto inesistente

Nella mattinata odierna, su disposizione della Procura della Repubblica, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha eseguito tre ordinanze di custodia cautelare e un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente per 1,2 milioni di Euro, emessi dal G.I.P., dott. Luigi Levita, nei confronti di una società con sede a Sant’Egidio del Monte Albino (SA) e di tre soggetti – F.T., V.T. e D.M. – esercenti il commercio di auto di lusso di grossa cilindrata. Al termine delle indagini coordinate dal Sostituto Procuratore, dott. Angelo Rubano, e svolte dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Nocera Inferiore, i responsabili sono stati denunciati per l’emissione di fatture per operazioni inesistenti e per i reati di riciclaggio connessi, avendo simulato la vendita di 22 autovetture ad una società di fatto inesistente ed intestata ad un prestanome. Le 22 autovetture di grossa cilindrata – tra cui una Ferrari del valore di 150.000 euro – venivano cedute in modo simulato e fittizio a D.M., non solo al fine di evadere le imposte, ma soprattutto per sottrarle ad una misura cautelare reale già disposta in precedenza. In particolare, i soggetti erano già stati attinti nell’ambito di un precedente procedimento penale nel mese di ottobre 2019, da misure cautelari e – per sottrarre le vetture al sequestro in corso di esecuzione – le cedevano fittiziamente a terzi per il tramite della società del prestanome coinvolto, pur materialmente agendo in prima persona nelle contrattazione, senza mai spostare i veicoli dalla propria concessionaria di lusso. Anche nel precedente procedimento, le indagini avevano rivelato la commissione di analoghi reati finanziari, i cui proventi erano stati impiegati dagli indagati – oggi imputati – in attività imprenditoriali comunque a loro riconducibili, sempre legate alla commercializzazione di luxury cars. In particolare, in quella circostanza, i militari della Sezione di P.G. avevano accertato, a carico di quattro individui – tra cui F.T. e V.T. (padre e figlio) – l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e l’impiego dell’IVA illecitamente evasa nell’esercizio di varie società “schermo” costituite ad hoc. All’epoca, oltre alle misure cautelari personali, era stato eseguito anche un sequestro di beni e disponibilità finanziarie per la somma di 521.677,18 euro, corrispondente all’illecito profitto derivante dal mancato pagamento dell’imposta. In occasione dell’esecuzione degli ultimi provvedimenti – arresti domiciliari per F.T. e divieto di dimora in Campania per V.T e D.M. – i Finanzieri hanno sequestrato beni per l’ammontare di 1.197.699,92 euro, frutto sia delle condotte di riciclaggio ed autoriciclaggio, sia dell’evasione d’imposta realizzata mediante l’emissione di fatture oggettivamente inesistenti.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

In Campania record di contagi da Covid: sono 243 i nuovi casi e 3405 i tamponi, si registra un’altra vittima

Pubblicato

in

coronavirus Campania

Aumentano i casi di contagio da Covid-19 in Campania.

Nel bollettino diffuso dalla Regione Campania vi sono i dati relativi all’emergenza Covid. A fronte di 3.405 tamponi effettuati, sono stati scoperti 243 nuovi casi di contagio al coronavirus che portano ad un notevole incremento di positivi in Campania. Secondo il bollettino delle ultime 24 ore sono stati infatti 243 contro il 171 di ieri: ma si registra una drastica riduzione di tamponi effettuati con 3.405 rispetto al dato precedente di 7.632. Il totale dei positivi in Campania sale a 10.503 rispetto ad un complessivo di 544.020 tamponi. Si registra una vittima, il totale dei deceduti arriva a 457. 20 i guariti del giorno, per un dato complessivo dii 5.149.503 il numero dei positivi in totale sul territorio regionale. Si sono registrate, inoltre, venti guarigioni.

Continua a leggere



Caserta e Provincia

Accoltella il fratello e si barrica in casa minacciando il suicidio: arrestato

Pubblicato

in

Accoltella il fratello e si barrica in casa minacciando il suicidio: arrestato

 

E’ successo ieri a Frignano, in provincia di Caserta. I Carabinieri sono intervenuti in un’abitazione dove personale del 118, giunto sul posto poco prima, aveva segnalato una persona ferita a seguito di una lite in famiglia. Sul posto i militari dell’Arma hanno identificato un 48enne di Casaluce che, con un coltello da cucina e per futili motivi, aveva ferito il fratello, residente a Frignano.

La vittima è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale “G. Moscati” di Aversa. Non è in pericolo di vita. L’aggressore, invece, immediatamente dopo aver ferito il fratello, si è barricato in casa manifestando la volontà di togliersi la vita.I Carabinieri hanno attivato il protocollo di negoziazione con personale specializzato del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Caserta che ha intrecciato una trattativa con l’uomo, protrattasi per l’intera notte e risolta stamattina, quando il 48enne si è consegnato illeso ai Carabinieri.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette