Seguici sui Social

Napoli e Provincia

Pozzuoli: Sgomberato ex convitto Monachelle da senza dimora

PUBBLICITA

Pubblicato

il

ex convitto delle monachelle


E’ stata eseguita oggi l’ordinanza del sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, di sgombero dell’ex convitto delle Monachelle, ad Arco Felice.

La struttura. di proprieta’ del Comune di Napoli e’ abbandonata da anni ed era divenuta un ricovero per i senza fissa dimora. Nel corso di un sopralluogo della struttura, che si trova nei pressi dello stabilimento Prismian a pochi decine di metri dall’arenile flegreo di Arco Felice, i tecnici dei comuni di Napoli e Pozzuoli constatarono la fatiscenza e la pericolosita’ delle mura e trovarono almeno 30 clochard.in totale assenza di igiene, con il pressante rischio di cedimenti .

“Quando siamo intervenuti non c’era nessun occupante, ma abbiamo trovato una situazione igienico-sanitaria a dir poco drammatica, con abiti, suppellettili e cibo accumulati assieme ad escrementi umani”. ha detto il comandate della Polizia Municipale di Pozzuoli, Silvia Mignone, che ha coordinato l’ intervento con l’ausilio di polizia, carabinieri, finanza e ufficio manutenzione del Comune di Napoli. Le forze di polizia hanno trovato solo un manipolo di occupanti, la gran parte si era gia’ allontanata nei giorni scorsi. L’ avvio delle operazioni di rimozione del materiale presente e dei rifiuti, a cui seguira’ la tompagnatura di tutti gli accessi dell’immobile e’ stato accompagnato da una breve protesta di associazioni, che hanno rivendicato un alloggio per i senza tetto. L’ intervento di igienizzazione, sanificazione e messa in sicurezza dell’intero complesso durera’ alcuni giorni con il presidio delle forze dell’ordine. L’immobile – in base ad un progetto del Comune di Napoli era destinato a diventare un ostello internazionale per la gioventu’.

LEGGI ANCHE  Calcio, i prossimi anticipi e posticipi serie A. Con la Juve sabato 13 febbraio

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Campania

In Campania Vesuvio innevato, temperature in picchiata e disagi

Pubblicato

il

foto dal web

In Campania Vesuvio innevato, temperature in picchiata e disagi

Vesuvio innevato dal Cono alle pendici, temperature in picchiata e disagi nei collegamenti nel golfo di Napoli. La sferzata di maltempo che sta colpendo l’Italia, sta avendo le sue conseguenze anche in Campania. Da questa mattina il termometro ha fatto registrare un brusco calo termico, vento gelido e qualche pioggia. Neve soprattutto in provincia di Avellino dove, al momento, non si registrano particolari disagi ma sono in azione i mezzi spargisale sull’Ofantina e lungo la rete autostradale c’è l’obbligo di viaggiare con ruote termiche o con catene.

LEGGI ANCHE  Maltempo, a Napoli il Comune chiude parchi e cimiteri cittadini

Sulla cima del Vesuvio c’è una fitta coltre bianca, ma fiocchi di neve sono caduti anche a quote più basse. Nel tardo pomeriggio alcune navi veloci hanno annullato le corse da e per Capri e si registrano alcune traversate saltate per Ischia e Procida. In tarda serata e nella notte sono previste gelate e altra neve.

Continua a leggere

Le Notizie più lette