pesce sequestrato


Pesce congelato non tracciabile sequestrato a Pozzuoli. Scoperto dalla Polizia Municipale a Monterusciello.

 

Duecento chili di pesce congelato (polipi, calamari e gamberoni), destinati alla vendita, sono stati sequestrati dalla Polizia municipale in un locale commerciale del rione Monterusciello, a Pozzuoli. I prodotti, conservati in due frigoriferi a pozzetto, erano tutti privi di tracciabilita’. Sono in corso da parte della ‘Municipale’ ulteriori accertamenti sui documenti fiscali esibiti dal titolare dell’attivita’.

 

La scoperta dei congelati privi di documentazione alimentare e sanitaria e’ avvenuta quasi per caso. Gli agenti con l’ausilio di tecnici dell’azienda fornitrice di energia elettrica, stavano procedendo ad un sopralluogo nell’immobile nei pressi dei 54 alloggi di Monterusciello, dove e’ sito il locale, in seguito a denunce del condominio per disfunzioni nell’erogazione elettrica durante le ore notturne. Gli agenti hanno rilevato che l’occupante del locale commerciale al piano terra aveva effettuato un allaccio abusivo sul contatore del condominio della scala, che determinava i problemi tecnici.

LEGGI ANCHE  Il vice ministro Ascani: 'Prioritario vaccinare gli insegnanti'

Nel locale sono stati scoperti i prodotti ittici privi di tracciabilita’. L’uomo, un 44 enne residente a Pozzuoli, coniuge della legittima assegnataria del locale, e’ stato denunciato per l’allaccio abusivo dell’energia elettrica, e dovra’ giustificare la provenienza dei prodotti ittici sequestrati.

Funerali privati e al cimitero per la vedova del ‘boss delle cerimonie’ morta per coronavirus

Notizia Precedente

Santa Maria a Vico, sindaco e la vice positivi al coronavirus

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..