Ischia, controlli sulle affittanze abusive: 30 denunce

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ stato un lavoro inteso quello effettuato dai Carabinieri della compagnia dell’Isola d’Ischia per eseguire sull’isola una fitta rete di controlli atti a garantire ai turisti e ai vacanzieri un ferragosto senza brutte sorprese.

Durante i controlli eseguiti dai carabinieri sono state denunciate 30 persone che avevano fittato abusivamente le proprie abitazioni trasformandole impropriamente in strutture ricettive e omettendo di comunicare all’autorità di pubblica sicurezza le generalità degli ospiti.
Salta all’occhio il caso di una donna che aveva adattato cinque camere della sua Villa ad Ischia a piccoli appartamenti, fittandoli con la formula del Bed & Breakfast tramite annunci sui maggiori portali.

“E’ una situazione che si ripete puntualmente ogni estate e che noi denunciamo ogni anno. Lo scorso luglio abbiamo presentato al Prefetto una richiesta protocollata per intensificare i controlli per quanto riguarda le affittanze abusive sull’isola d’Ischia. È un fenomeno che crea dei problemi di ordine pubblico in quanto genera un flusso turistico incontrollato, con un elevato numero di visitatori non registrati e non dichiarati alle autorità, e tra questi vi sono spesso persone con precedenti e/o habitué dell’illecito. Inoltre in questo modo si genera un danno economico, perché su questi fitti non viene pagata alcuna tassa, mentre il turismo dovrebbe dar vita ad un‘economia sana e legale a beneficio di tutto il territorio.”. Sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e del commissario del sole che ride dell’isola d’Ischia Mariarosaria Urraro.






LEGGI ANCHE

Stop alla circolazione lungo la Cumana per ‘motivi tecnici’

A causa di "motivi tecnici", è stato temporaneamente sospeso il transito dei treni lungo una tratta della Cumana, come annunciato dall'Ente Autonomo Volturno in...

Morti sul lavoro, presidio di Cgil e Uil  domani in piazza del Plebiscito a Napoli

Napoli. Domani mercoledì 21 febbraio, alle ore 15, è previsto un presidio promosso da Cgil e Uil insieme alle categorie degli edili Fillea e...

Spaccio cocaina nel Cilento, 6 misure cautelari

Spaccio cocaina nel Cilento: 6 persone arrestate da parte dei carabinieri della Compagnia di Agropoli che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE