Whirpool


Whirlpool Napoli: 9 possibili acquirenti del sito di Napoli ma nessuno potrebbe assorbire tutto il personale.

 

“Nonostante il consistente impatto negativo del lockdown sulle attività che erano state avviate ci sono pervenute, anche se non in maniera vincolante e pienamente dettagliate 9 potenziali ipotesi di intervento”.

In effetti potrebbero essere 9 i potenziali acquirenti del sito Whirpool di Napoli che la multinazionale ha da mesi intenzione di cedere. Si tratta di “preliminari manifestazioni” di cui però solo “circa la metà conferma l’interesse e sta continuando ad approfondire le proprie ipotesi”. Acquirenti che sarebbero in linea con i settori industriali già presenti sul territorio, industria e innovazione tecnologica anche se nessuno da solo sarebbe in grado di assorbire tutti i 420 lavoratori del sito ma “operando per cluster industriali e filiere attivabili, potrebbero rappresentare la soluzione attesa per Napoli”.

Leggi anche: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/06/12/whirlpool-operai-consegnano-50mila-firme-al-prefetto-di-napoli-azienda-puo-e-deve-restare-qui-lavoro-e-presidio-di-legalita/5833053/

E “dopo le interlocuzioni avute, circa la metà conferma l’interesse e sta continuando ad approfondire le proprie ipotesi”. E’ quanto indicato da Invitalia al tavolo convocato al Mise su Whirlpool. Come detto “nessuna da sola appare la soluzione in grado di assorbire l’intero organico, ma operando con cluster industriali e filiere attivabili possono rappresentare la soluzione attesa per la valorizzazione delle competenze professionali del personale Whirlpool di Napoli”.

Leggi anche: https://www.ildenaro.it/whirpool-napoli-scontro-al-ministero-tra-sindacati-e-patuanelli/



Pubblicità'

Salerno, imprenditore ‘nullatenente’: sequestro beni per 4 milioni di euro

Notizia Precedente

Castellammare covid free: guarito anche l’ultimo positivo

Prossima Notizia